/ Sanità

Sanità | 04 febbraio 2020, 18:27

Poliambulatorio di Alpignano, Valle (Pd): "Confermato il progetto: monitoreremo la vicenda"

Attualmente non si può procedere con lo spostamento a causa di un'autorizzazione che il Comune attende ancora da Rfi

Poliambulatorio di Alpignano, Valle (Pd): "Confermato il progetto: monitoreremo la vicenda"

Uno stallo che vede coinvolte la Regione, il Comune di Alpignano e RFI: un incastro burocratico che di fatto non permette di procedere verso il nuovo Poliambulatorio, ma che adesso potrebbe arrivare a un punto di snodo.

E' quanto è emerso in Consiglio regionale, dove proprio la struttura sanitaria alle porte di Torino è stata oggetto di discussione tra maggioranza e opposizione. “Il poliambulatorio di Alpignano è, attualmente, situato in locali non idonei dal punto di vista strutturale, pericolosi per dipendenti e pazienti. Nel febbraio 2019 era stato firmato un accordo tra il direttore generale dell’Asl TO3 Boraso e il Sindaco di Alpignano per ricollocare i numerosi servizi dell’Asl negli spazi di piazza Robotti (Movicentro) ed era stato previsto il trasferimento del poliambulatorio entro febbraio 2020”, dichiara il Consigliere regionale Daniele Valle (Pd). “L’accordo prevedeva che l’Asl TO3 si facesse carico dell’adeguamento della struttura, mentre la sistemazione delle aree a parcheggio sarebbe stata fatta dal Comune. Nonostante la Regione Piemonte avesse stanziato 480.000 euro per l’adeguamento dei locali, fondi inseriti nel Bilancio 2019 dell’Asl, ad oggi l’Asl non ha ancora ricevuto indicazioni dal Comune di Alpignano sui tempi di perfezionamento dell’accordo per poter prendere possesso dei locali e avviare la ristrutturazione”, prosegue Valle.

“Ho interrogato, nella seduta di oggi del Consiglio regionale l’Assessore alla Sanità Luigi Icardi per conoscere da lui le motivazioni che impediscono la cessione dei locali del Movicentro all’Asl, fatto che impedisce il trasferimento del poliambulatorio in una sede idonea. Icardi, nella sua risposta, ha spiegato che il Comune di Alpignano sta ancora attendendo da Rfi, proprietaria di una parte dei locali, di ottenere il diritto di superficie. Appena la procedura sarà ultimata si potrà procedere con il progetto che resta confermato. Continuerò a monitorare la vicenda affinché tutti i passaggi si concludano in tempi rapidi” conclude Valle. 

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium