/ Attualità

Attualità | 10 gennaio 2020, 14:54

Nuovo ospedale di Venaria non raggiungibile coi bus. Grimaldi (LUV): "Stop al trasferimento"

Da lunedì prenderà il via l’attività del Poliambulatorio specialistico in via Don Sapino. Frediani (M5S): "Ad oggi è caos sui servizi". Gtt replica:"Stiamo lavorando, prossima settimana sopralluogo per capire percorso e fermate mezzi"

Nuovo ospedale di Venaria non raggiungibile coi bus. Grimaldi (LUV): "Stop al trasferimento"

Una cattedrale nel deserto. Così si può definire - almeno momentaneamente - il nuovo ospedale di Venaria Reale, attualmente non raggiungibile tramite i mezzi pubblici.

Una questione estremamente rilevante dato che, come annunciato ieri dall’Asl To3, da lunedì 13 gennaio prenderà il via l’attività del Poliambulatorio specialistico in via Don Sapino. Il problema del mancato collegamento con mezzi bus è stato rilanciato ieri dai sindacati sanitari ed accolto dai consiglieri regionali del M5S, Francesca Frediani, e di LUV, Marco Grimaldi. I due esponenti della minoranza hanno già annunciato di chiedere spiegazioni alla Giunta Cirio in commissione e consiglio regionale.

Ad oggi – spiega Frediani i residenti di molti comuni afferenti (Val della Torre, Druento, Givoletto, La Cassa e San Gillio) non possono raggiungere il plesso con mezzi di trasporto pubblici".

"Come se non bastasse – prosegue l’esponente pentastellata - è caos sui servizi offerti presso la nuova sede: ad alcuni cittadini sarebbe stata riferita la possibilità di effettuare prestazioni ambulatoriali nella nuova struttura ma gli operatori non hanno ricevuto le medesime comunicazioni".

A fargli eco il capogruppo regionale di Luv Marco Grimaldi, che in un’interrogazione alla giunta regionale chiede se non sia opportuno domandare all’ASLTO3 “di interrompere immediatamente il trasferimento delle attività presso la nuova sede, almeno fino a che non sarà garantito un mezzo di trasporto pubblico accessibile”.

"Stiamo lavorando - fanno sapere da Gtt - con l'Agenzia Regionale Mobilità per la rivisitazione e riorganizzazione della V2: attualmente la viabilità  è ancora da definire, quindi è da stabilire dove passerà il pullman". "La prossima settimana -continuano - faremo un sopralluogo con il Comune di Venaria e l'Agenzia per capire l'eventuale percorso e dove collocare le fermate: tutti gli attori coinvolti si stanno muovendo nella direzione giusta per risolvere quanto prima il problema".

Secondo il cronoprogramma dell’Asl To3 – dopo lo spostamento del Poliambulatorio specialistico e dei servizi amministrativi - sarà la volta degli ambulatori di Psicologia e Neuropsichiatria Infantile e delle attività consultoriali. Successivamente si procederà con le altre attività sanitarie attualmente situate in piazza Annunziata: il Punto di primo intervento, la Radiodiagnostica, il Day Hospital e la degenza.

In questa fase, invece, il Cup e il Centro prelievi rimarranno in funzione nella sede di via Zanellato.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium