/ Cronaca

Cronaca | 01 novembre 2019, 10:57

In 9 mesi più di 1.600 cessioni di droga, i Carabinieri di Venaria arrestano lo spacciatore chiamato “Amore”

Il 31enne senegalese, con numerosi precedenti penali e irregolare sul territorio nazionale, fermato per il reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente

In 9 mesi più di 1.600 cessioni di droga, i Carabinieri di Venaria arrestano lo spacciatore chiamato “Amore”

I Carabinieri di Venaria Reale, hanno notificato una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti un 31enne senegalese, già con numerosi precedenti penali e irregolare sul territorio nazionale, per il reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

L’operazione scaturisce dall’arresto in flagranza dello stesso pusher che i militari venariesi eseguirono a Giugno 2018; infatti fu sorpreso a cedere una dose di eroina ad un italiano e nell’occasione gli furono sequestrati, oltre a 300 euro provento di spaccio, anche due telefoni cellulari. Proprio dall’analisi dei contatti telefonici, è emerso con assoluta chiarezza l’enorme business che l’indagato aveva messo su tra le strade di Porta Palazzo.

I carabinieri hanno ricostruito la rete dei clienti, alcuni dei quali provenienti anche dalla provincia, poi sentiti dagli investigatori, non hanno potuto far altro che ammettere gli numerosi acquisti di stupefacente. Alcuni di essi si sono rivolti al pusher, in soli 9 mesi, ben 400 volte, e caduti nella tossicodipendenza, erano costretti a ricorrere al loro fornitore anche 2 o 3 volte al giorno, addirittura registrandolo in rubrica con il nominativo “Amore”.

Si è accertato che l’arrestato effettuava al mese circa 180 cessioni di “cocaina”, “crack” o eroina”, per un giro di affari complessivo di 36.000 euro.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium