/ Sanità

Sanità | 24 ottobre 2019, 18:25

Rivoli, confronto tra il sindaco Tragaioli e i sindacalisti Uil per parlare di Sanità

Sul tavolo, temi di attualità come la riorganizzazione dei servizi del poliambulatorio di via Piave

Rivoli, confronto tra il sindaco Tragaioli e i sindacalisti Uil per parlare di Sanità

Ieri mattina si è svolto presso il Comune di Rivoli un incontro tra il Sindaco della Città Andrea Tragaioli e una delegazione della segreteria della UIL FPL ASL TO3 condotta dal segretario Nazzareno Arigò.

Tema principe dell’incontro lo spostamento del poliambulatorio oggi sito in via Piave nella nuova sede proposta dall’amministrazione, in via Capra, negli uffici dell’ex anagrafe comunale. L’incontro, franco e deciso tra le parti, ha trovato molti punti di contatto, che fanno ben sperare nella buona riuscita del progetto.

“Non è da tutti i sindaci incontrare così rapidamente le parti sociali” - chiosa il segretario Arigò - che prosegue esponendo le garanzie che la UIL FPL ritiene indispensabili al fine di poter sostenere il miglior accordo possibile tra l’ASL TO3 e l’amministrazione rivolese, elencando tra le priorità essenziali il mantenimento e il potenziamento dei servizi esistenti, con particolare attenzione alle fasce più disagiate della popolazione, nonché i cittadini ormai avanti con l’età. Rilevando inoltre che la soluzione prevista per lo spostamento del poliambulatorio è ottimale per le esigenze crescenti dei cittadini, che usufruiranno di una struttura posta al centro della città, adatta a soddisfare l’erogazione dei servizi essenziali".

Il sindaco, confrontandosi con gli esponenti del sindacato ha sottolineato che "le sue scelte sono soprattutto atte a migliorare il welfare, il benessere dei propri cittadini, prediligendo come sede prescelta proprio quella dell’ex anagrafe anche per la posizione strategica nella geografia della città".

Tragaioli ha ribadito in più riprese la positività dei continui contatti con la direzione sanitaria, anche al fine di ottenere i layout e le sistemazioni che l’ASL ritiene ottimali per la dislocazione dei suoi uffici, così da riuscire ad ottimizzare al meglio gli spazi presenti nella struttura. "E a dispetto di alcune dichiarazioni - aggiunge - non è previsto nessun smantellamento dei servizi sanitari territoriali erogati sino ad oggi nel comune di Rivoli, bensì un potenziamento degli stessi che interesserà

anche la sede comunale".


“Le posizioni meramente polemiche non portano a nulla” - afferma in chiusura Arigò - “Riteniamo le rimostranze alla soluzione proposta solamente pretestuose e, non ci stupiremmo, se queste posizioni fossero solo un appiglio per indire un altro inutile stato di agitazione all’interno dell’azienda. L’accordo che viene proposto oggi, con l’intento di avvicinare il Comune di Rivoli e l’ASL TO3, dovrebbe essere la regola e

non l’eccezione”.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium