/ Eventi

Eventi | 14 ottobre 2019, 20:20

Da Collegno a Cuba per ricordare Ernesto “Che” Guevara

La cerimonia si è tenuta nella piazza dedicata al “Che”, poco distante dalle aree gioco dedicate a due donne cubane, Celia Sanchez e Melba Hernandez Rodriguez del Rey

Da Collegno a Cuba per ricordare Ernesto “Che” Guevara

Sono passati sessant’anni dalla Rivoluzione Cubana e quaranta da quando il sindaco Manzi scelse di intitolare una piazza al “Che”. E Collegno ricorda ancora una volta Ernesto “Che” Guevara in un luogo che porta il suo nome da ormai quattro decenni, una voce fuori dal coro che intende mantenere vivo la memoria collettiva. Nel monumento dedicato al “Che” e ai suoi compagni, infatti, è impressa una storia fatta di lotta e di giustizia, su cui ogni anno viene depositata una corona d’alloro, per ricordare e riflettere non solo sui suoi ideali, ma anche sull'importanza di non dimenticare Ernesto Guevara e i suoi compagni, uccisi in Bolivia 52 anni fa.

Alla presenza della segretaria del Circolo di Collegno Italia-Cuba Tiziana Manzi, del vicesindaco Antonio Garruto, Silvana Accossato, ma anche Irma Dioli, e il console Llanio Gonzales, invitati per l'occasione, si è tenuta dunque una commemorazione per ricordare un pezzo di storia. Un momento importante, che mantiene un dialogo anche con le aree gioco nei pressi della piazza, dedicate a due donne cubane, Celia Sanchez e Melba Hernandez Rodriguez del Rey, inaugurate nel mese di aprile. "Per noi è un orgoglio che due delle donne a cui sono stati intitolate le aree gioco siano cubane - aveva commentato al momento dell’inaugurazione Fidel Derivet Vidal per il Consolato Generale di Cuba -. Queste opere mantengono viva la storia di Cuba così da farla conoscere ai bambini".

Ed è nella sua amicizia con Cuba che il comune di Collegno ha scelto di ospitare nel municipio “Cuba Todo el Dia”, la mostra fotografica in occasione del 52° anniversario della morte di “Che” Guevara, con immagini inedite a cura di Maurizio Drappella, che sarà visitabile fino al 20 ottobre.

Diana Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium