/ Cronaca

Cronaca | 11 ottobre 2019, 16:30

Un weekend senza sacchetti a sostegno dell’ambiente e per far crescere il “Bosco della memoria” di Grugliasco [FOTO]

“No shopping bag days” al centro commerciale Le Gru il 12 e 13 ottobre

Un weekend senza sacchetti a sostegno dell’ambiente e per far crescere il “Bosco della memoria” di Grugliasco [FOTO]

“Chi pianta un albero, pianta una speranza”: prendendo a prestito le parole della poetessa statunitense Lucy Larcom il centro commerciale Le Gru invita tutti a partecipare ai “No shopping bag days” nel weekend, iniziativa nata per scoraggiare il consumo dei sacchetti di plastica o di carta ed al contempo contribuire alla crescita del “Bosco della memoria” di Grugliasco.

I sacchetti fanno parte della quotidianità di chiunque, comodi e facili da utilizzare, ma il loro uso incide enormemente sull’ambiente perché quelli di plastica impiegano centinaia d’anni per decomporsi, e quelli di carta, quando non provenienti dal riciclo, contribuiscono alla deforestazione; un problema su scala globale che tutti possono contribuire a risolvere attraverso l’adozione di nuovi stili di vita sostenibili.

“Il bosco è un luogo generativo – spiega l’assessore all’Ambiente Emanuele Gaito – da cui far germogliare politiche connesse alla promozione della legalità e alla cura dell’ambiente: il progetto è un inno alla vita, al futuro, alla speranza di un mondo di migliore. Un messaggio positivo che i clienti delle Gru potranno scrivere su delle foglie verdi e attaccare sugli alberi spogli dello stand che li renderanno rigogliosi e carichi di fiducia, trasformandoli in un perfetto allestimento per selfie da condividere sulle piattaforme social con l’hashtag #noshoppingbagdays allo scopo di diffondere il più possibile la necessità di adottare uno stile di vita sempre più sostenibile”.

Infatti domani e dopodomani uno stand e due alberi spogli accoglieranno tutti coloro che si recheranno al centro commerciale dove una hostess inviterà gli interessati a mettersi in gioco facendo shopping senza utilizzare buste di plastica o carta. Chi accetterà la sfida riceverà una borsa di tela firmata Le Gru e contribuirà alla crescita del Bosco della memoria poiché per ogni partecipante verranno devoluti 50 centesimi al progetto che prevede di piantare nuovi alberi per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie e per festeggiare i nuovi nati della città.

Oltre sei mesi fa alcuni studenti, giovani e scout di Grugliasco hanno piantato diversi alberi contribuendo a far nascere il nuovo bosco della memoria e sono state installate a terra anche le targhe d’alluminio che riportano scritti i nomi delle persone uccise dalle mafie. Il bosco della memoria prevede la piantumazione di oltre 400 alberi e l’allestimento al suo interno di un racconto permanente, un museo a cielo aperto fatto d’immagini e testi che permetterà di ricostruire una parte significativa della memoria del Paese partendo dalle storie delle 972 vittime di mafia.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium