/ Cronaca

Cronaca | 12 settembre 2019, 14:40

Grugliasco, riaprono i corsi circensi nella scuola di Cirko Vertigo e quest’anno raddoppiano gli open day [FOTO]

Il direttore Stratta: “Il desiderio è che si arrivi ad associare l’idea del circo ad un’attività fortemente pedagogica e ludica al tempo stesso”

Grugliasco, riaprono i corsi circensi nella scuola di Cirko Vertigo e quest’anno raddoppiano gli open day [FOTO]

Riaprono i corsi ludici della nuova stagione a cura dei docenti che si sono formati nella scuola del Cirko Vertigo di Grugliasco nelle diverse tecniche circensi, dalle discipline aeree con tessuto e trapezio all’acrobatica a terra fino alla giocoleria e all’equilibrismo.

E quest’anno raddoppiano le occasioni per gli open day: il 14 e 22 settembre al parco culturale Le Serre di Grugliasco, il 14 e 21 settembre a Torino al Café Müller di via Sacchi, tutti dalle 15 alle 18. Quattro giornate di orientamento rivolte a bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni con mini laboratori da 20 minuti per ciascuna disciplina; non è richiesta alcuna prenotazione.

“Il circo è un’arte che supera lo sport – dice il direttore artistico Paolo Stratta – dal momento in cui arriva a raggiungere una preparazione fisica importante: per fare acrobazie servono forza e coordinazione. Il desiderio è che si arrivi ad associare l’idea del circo ad un’attività fortemente pedagogica e ludica al tempo stesso. E noi di Cirko Vertigo siamo qui per dimostrarlo: citando le parole di Charlie Chaplin ‘Il circo è la concentrazione silenziosa dell’arte di giocare senza dire nessuna parola’”.

“Ciò che può sembrare un gioco – prosegue Stratta – nasconde una complessità di regole educative che aiutano i bambini a superare gli ostacoli fin da piccoli e la difficoltà nel farlo spinge poi a mettersi in gioco, a migliorare, a combattere con se stessi per crescere e capire. Le lezioni che s’imparano nei corsi ludici poi si ripropongono nella vita di ogni giorno; il circo fa provare gioia ma è anche disciplina, dedizione, serietà e concentrazione. E l’autostima aumenta progredendo con l’apprendimento, la fiducia in se stessi cresce ad ogni barriera superata”.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium