/ Cronaca

Cronaca | 25 luglio 2019, 09:23

Strozzini "incastrati" dalla loro vittima e arrestati: oltre 200 mila euro di crediti usurari

Un imprenditore torinese aveva denunciato i suoi aguzzini ai carabinieri, che pochi giorni fa hanno fatto scattare intercettazioni e arresti a Collegno e Torino

Strozzini "incastrati" dalla loro vittima e arrestati: oltre 200 mila euro di crediti usurari

Lo scorso 22 luglio, a Torino, i carabinieri, nell’ambito di un’attività di indagine delegata dalla Procura della Repubblica, hanno arrestato Domenico Trignani, 59 anni, di Condove, e sottoposto a fermo Luigi Cucinelli, 57 anni, imprenditore torinese, per usura.

I due, dal 2015 a oggi, a fronte di prestiti di denaro per un totale di 57.000 euro, hanno preteso dalla vittima designata, un imprenditore torinese, il pagamento di complessivi 202.000 euro quali crediti usurari, anche mediante atti di violenza e minaccia.

L'uomo si è quindi rivolto ai carabinieri, che hanno organizzato un servizio di osservazione e intercettazione in occasione di un incontro fissato dagli usurai con la vittima.

Lo scambio di denaro è avvenuto a Collegno, dove è stato arrestato Trignani. Il complice Cucinelli è stato invece rintracciato a Torino, in via Asinari di Bernezzo, e sottoposto a fermo di indiziato di delitto.

Successivamente è stata rinvenuta e sequestrata la somma di 14.000 euro, possibile provento di azioni usure analoghe. 

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium