/ Politica

Politica | 15 luglio 2019, 08:09

Degrado delle strutture sportive in Campagnola: prima la messa a norma e poi l’affido in gestione

Dal Consiglio Comunale di Alpignano le risposte alle interrogazioni del M5S

Degrado delle strutture sportive in Campagnola: prima la messa a norma e poi l’affido in gestione

Il Movimento 5 Stelle aveva presentato tre interrogazioni che sono state discusse nel Consiglio Comunale di Alpignano del 9 luglio. Quella più ampia riguardava il degrado dell'area dei Campi Sportivi Borello e Montanaro di Campagnola e della ex palestra Turati.

A rispondere in aula è stato il vicesindaco Giovanni Brignolo il quale spiega che la Giunta ha scelto una linea politica per la quale, per le strutture sportive fatiscenti, è prima opportuno reperire i fondi attingendo risorse da bandi o fondi propri per rifunzionalizzare il bene con un progetto scelto dal Comune. Il tutto per consegnare le strutture a norma e nelle condizioni che ne consentano un corretto utilizzo da parte di chi si proporrà a gestirle, ad esempio dietro il versamento di un canone. Purtroppo fino ad ora le priorità sono state altre e la mancanza di liquidità non ha permesso di affrontare il problema.  Cosimo Di Maggio, consigliere del M5S, si ritiene soddisfatto dalle intenzioni dell’Amministrazione ed invita la medesima ad accelerare i tempi per non rendere ancora più fatiscenti e quindi insanabili gli immobili in questione. Inoltre propone di presentare istanza presso l’Istituto per il Credito Sportivo per accedere a contributi, cofinanziamento di mutui, agevolazioni sui tassi di interesse, che potrebbe essere valida per ripristinare l’area sportiva.

Nella seconda interrogazione si chiedeva all’Amministrazione di riconoscere con una targa i giovani Mirko, Nicolò e Vittoria che vinsero le medaglie ai giochi “Special Olympics 2018”. “Certamente sussiste la volontà di prendere in considerazione la proposta del Movimento 5 Stelle Alpignano – afferma il vicesindaco Giovanni Brignolo - nello specifico ad ottobre in occasione della Festa dello Sport”.  Anche se poi etichetta la richiesta del M5S come strumentale e politicamente scorretta in quanto il merito sportivo va riconosciuto perché si fa sport e non perché si è atleti disabili.  Considerazioni che lasciano basito il consigliere Cosimo Di Maggio, il quale replica che l’interrogazione è forse stata mal interpretata. “La disabilità non ha colore politico e l’intento del Movimento 5 Stelle di Alpignano è di sensibilizzare il prossimo alle capacità delle persone con disabilità ed allo stesso tempo vivere in prima persona la potenza trasformatrice dello sport valorizzando il ruolo di quest’ultimo” precisano dal Movimento.

Infine, la pulizia "bealere" che era il tema della terza interrogazione, ha ricevuto una risposta dall’assessore ai lavori pubblici Maurizio Morra Di Cella che conferma che nei tratti canalizzati e tombati la manutenzione delle bealere è a carico comunale. Sono stati reperiti i fondi necessari ed in collaborazione con il Consorzio preposto si interverrà a fine luglio.  

Paolo Giordanino

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium