/ Cronaca

Cronaca | 05 luglio 2019, 14:58

Grugliasco e Collegno adottano cani e gatti abbandonati grazie all’associazione “Amici degli animali Gustavo Allara”

Il Cascinotto è il rifugio che li ospita temporaneamente mentre i volontari cercano una famiglia che se ne prenda cura

Grugliasco e Collegno adottano cani e gatti abbandonati grazie all’associazione “Amici degli animali Gustavo Allara”

Il Cascinotto è un rifugio per cani e gatti in cerca di famiglia, è gestito dall’associazione “Amici degli animali Gustavo Allara” che opera prevalentemente sul territorio di Grugliasco e Collegno, dove ha sede in strada della Varda. Non ha scopo di lucro e si propone di ampliare l’informazione e l’impegno per l’affermazione di una nuova etica di rispetto dei diritti degli animali, di contribuire a produrre cambiamenti culturali e trasformazioni sociali mirando a ridurre le loro sofferenze e di sviluppare il massimo della solidarietà verso ogni forma di vita nonché verso l’ambiente che ci ospita.

Sbarazzarsi di un animale è atto barbaro nonché un reato previsto dal codice penale italiano che lo vieta chiaramente: “Chiunque abbandona animali domestici è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro”, così come la Dichiarazione universale dei diritti dell’animale sancisce che “L’abbandono di un animale è un atto crudele e degradante”. Nonostante si sia ancora lontani dal debellare questa selvaggia abitudine, soprattutto durante l’estate le campagne di sensibilizzazione cominciano a sortire qualche effetto: sempre più persone provano a scegliere l’animale che meglio si adatta al proprio stile di vita e, prima dell’adozione, consultano un professionista del settore per conoscere le aspettative realistiche riguardo alle attenzioni di cui avrà bisogno in termini di tempo e denaro.

Andare in vacanza con gli amici a quattro zampe è un’esperienza preziosa ed unica, le strutture che li accolgono sono in aumento e i luoghi dove poter trascorrere il tempo a loro insieme non mancano. Per accedere ad ulteriori informazioni occorre visitare il sito www.cascinottomagazine.it.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium