/ Cronaca

Cronaca | 05 luglio 2019, 18:40

Accusa di vilipendio all'ordine giudiziario, un professore torinese dalla parte di Salvini

Il docente universitario pronto a riferire sulla "natura inoffensiva" delle parole pronunciate dal vicepremier a Collegno il 14 febbraio 2016. Causa aggiornata a novembre

Accusa di vilipendio all'ordine giudiziario, un professore torinese dalla parte di Salvini

Potrebbe essere un professore di lettere e filosofia la carta decisiva per la difesa di Matteo Salvini nel processo, in corso a Torino, in cui il vicepremier (oggi assente in aula) deve rispondere dell'accusa di vilipendio all'ordine giudiziario

Il ministro dell'Interno è imputato per alcune frasi pronunciate il 14 febbraio 2016 a Collegno. Riferendosi agli sviluppi di un'inchiesta della procura di Genova sulla Rimborsopoli ligure, Salvini aveva detto: "difenderò qualunque leghista venga indagato da quella schifezza che è la magistratura". Fra i numerosi testimoni che l'avvocato Claudia Eccher intende convocare c'è anche un docente universitario, pronto a riferire sulla "natura inoffensiva" delle parole del vicepremier.

Intanto la causa è stata aggiornata a novembre.

Massimo De Marzi

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium