/ Cronaca

Cronaca | 17 giugno 2019, 14:06

Grugliasco e Collegno, c'è un “Amico grande” che durante il giorno si prende cura dei disabili

Il progetto è stato varato dal Cda del Cisap. Il presidente Mellace: “Il consorzio intende rispondere ai bisogni d’incontro e socializzazione e stare accanto alle famiglie implementando i servizi a loro dedicati”

Grugliasco e Collegno, c'è un “Amico grande” che durante il giorno si prende cura dei disabili

Il Consiglio di amministrazione del Cisap (Consorzio intercomunale servizi alla persona di Grugliasco e Collegno) ha da poco deliberato il progetto “Amico grande” ovvero un servizio di affido diurno così come previsto dalla legislazione vigente: da un’analisi delle esigenze è emersa la necessità di potenziarlo e di ampliarne la fruibilità in favore delle persone con disabilità, in particolare quelle nella fascia d’età compresa fra i 18 ed i 64 anni.

Coloro che sono interessati a svolgere questa attività come volontari possono presentare domanda al Cisap, saranno valutati sulla base del loro curriculum e di un colloquio con gli operatori del consorzio e se la valutazione è idonea verranno inseriti nella sezione dedicata dell’elenco generale degli affidatari disponibili. Gli interventi saranno supportati dal confronto periodico e dalla supervisione degli addetti dell’area disabili; il progetto prevede un rimborso spese per il volontario e la sua copertura assicurativa che varia da un minimo di 200 euro al mese per minimo due incontri settimanali ad un massimo di 250 per tre o più contatti settimanali.

“Il Cisap – dice il presidente Michele Mellace – intende rispondere ai bisogni d’incontro e socializzazione dei disabili e stare accanto alle famiglie implementando i servizi a loro dedicati; a partire da settembre vogliamo provare ad offrire anche momenti d’incontro formativi ed informativi per sostenerle e prendercene cura ancor più di prima”.

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium