/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 14 giugno 2019, 14:16

Grugliasco, ok al bilancio consuntivo della Cidiu Servizi, con un occhio all'educazione ambientale

L’amministratore delegato Civera: “Questo risultato evidenzia la capacità della società di effettuare gli accantonamenti finanziari necessari a garantire gli adempimenti di legge e a sostenere gli investimenti funzionali al servizio”

Grugliasco, ok al bilancio consuntivo della Cidiu Servizi, con un occhio all'educazione ambientale

Ha ricevuto da poco approvazione il bilancio consuntivo 2018 della Cidiu Servizi spa, società che gestisce la raccolta rifiuti a Grugliasco così come negli altri Comuni soci (Alpignano, Buttigliera, Coazze, Collegno, Druento, Giaveno, Pianezza, Reano, Rivoli, Rosta, Sangano, San Gillio, Trana, Valgioie, Venaria e Villarbasse): ha chiuso l’anno con un fatturato di 38,5 milioni di euro ed un margine operativo lordo di 3,4 milioni di euro. L’utile netto di 136.900 euro è stato interamente portato a riserva in vista di consistenti investimenti in programma a Druento dov’è attiva una discarica per rifiuti speciali non pericolosi.

“Il bilancio – sottolinea l’amministratore delegato Riccardo Civera – evidenzia la capacità della società di effettuare gli accantonamenti finanziari necessari a garantire gli adempimenti di legge e a sostenere, in gran parte in autofinanziamento, gli investimenti funzionali al servizio: dalla crescita del personale, alla manutenzione e rinnovamento del parco mezzi, alle iniziative di educazione ambientale”.

Nel 2018 ha occupato 355 dipendenti a tempo indeterminato, oltre a 50 dipendenti a tempo determinato per garantire la qualità e la regolarità del servizio in tutti i mesi dell’anno; la società ha inoltre contribuito alle politiche attive del lavoro coi Comuni soci avviando 12 tirocini formativi che in parte si sono conclusi con l’inserimento di nuove risorse in azienda. Per garantire agli operatori di viaggiare in sicurezza e ridurre il più possibile l’impatto ambientale dei mezzi sul territorio, la società ha continuato ad investire nella manutenzione e nell’ammodernamento della flotta aziendale: su 135 veicoli in servizio quasi il 70% è costituito da Euro 6 oppure elettrici ed entro la fine dell’anno il 30% del parco mezzi sarà elettrico o a metano.

Particolare attenzione è stata dedicata all’educazione ambientale nelle scuole del territorio servito con progetti che hanno coinvolto migliaia di alunni: “Siamo da sempre molto attenti a formare ed informare – prosegue Civera – sia attraverso attività educative in aula sia tramite campagne di comunicazione rivolte a tutti, e ciò ha permesso lo scorso anno di raggiungere un nuovo traguardo: la media di raccolta differenziata è salita al 65,8%, in aumento di circa un punto percentuale rispetto al 2017”. Grazie ad un buon rating finanziario Cidiu ha ricevuto quello di legalità dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato conseguendo un punteggio a tre stelle, si tratta di uno strumento che promuove l’introduzione di principi etici in ambito aziendale per una corretta gestione del business; va infine ricordato che la società possiede le certificazioni di qualità, sicurezza e ambiente.

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium