/ Sanità

Sanità | 12 giugno 2019, 16:47

Arte e Ben-Essere: il polo sanitario di Avigliana riceve un assegno grazie a un progetto con il Castello di Rivoli

Prosegue la partnership che lega il mondo sanitario a quello culturale: consegnato un assegno di 1945 euro e presentato il progetto di wall painting

Arte e Ben-Essere: il polo sanitario di Avigliana riceve un assegno grazie a un progetto con il Castello di Rivoli

E’avvenuta oggi, mercoledì 12 giugno, la consegna del simbolico “maxi – assegno” del valore di 1.945 euro, frutto di una iniziativa di raccolta fondi organizzata a sostegno della Casa della Salute di Avigliana esattamente un mese fa. 

Su impulso dell'Unione Sportiva San Michele, della Polisportiva Avigliana Basket, della UISP e sotto l'egida del Comune di Avigliana e del Distretto Sanitario ASLTO3 Val Susa Val Sangone diretto dal Dott. Mauro Occhi, è stata organizzata una corsa non competitiva aperta a tutti, occasione di svago che ha raggiunto l’obiettivo, grazie alla solidarietà della cittadinanza e alla partecipazione di numerosi iscritti, di realizzare un aiuto concreto a sostegno della struttura. L’assegno, consegnato oggi nelle mani del Direttore Generale dell’ASLTO3 Dott. Flavio Boraso, sarà impegnato dall’Azienda Sanitaria per l’acquisto di strumentazione da destinare a chi frequenta il Polo Sanitario e la Casa della Salute di Avigliana.  

A seguire è stato presentato ufficialmente il progetto di wall painting realizzato da alcuni studenti delle scuole superiori di Avigliana, Bussoleno, Giaveno e Rivoli insieme al Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli e alla Fondazione Magnetto. Nato all’interno di una iniziativa di alternanza scuola – lavoro, il progetto ha visto coinvolti i ragazzi nella decorazione pittorica di atri, scale e diversi ambienti della struttura, grazie ad una convenzione sottoscritta nel 2018 fra il Direttore Generale dell’ASLTO3 Flavio Boraso e la Responsabile Capo del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Anna Pironti e sostenuta fattivamente dalla Fondazione Mario e Anna Magnetto. La convenzione prevede iniziative congiunte sul tema dell’umanizzazione dei luoghi di cura e ad Avigliana ha realizzato già diverse opere: per primo, il segno - simbolo del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto tracciato lungo le pareti delle scale interne, poi, a dicembre 2018, un grande erbario di piante autoctone all’ingresso del presidio, ed ora alcune pitture ispirate ai concetti di armonie, respiro, luce e colore nei nuovi spazi ambulatoriali che ospiteranno a breve i servizi vaccinali e consultoriali fino ad ora ospitati in via Monte Pirchiriano.

“Questa giornata – ha commentato il Dott. Flavio Boraso – rappresenta un momento importante, di valorizzazione del Polo di Avigliana e di riconoscimento del ruolo che questa struttura svolge nel contesto della cittadina aviglianese e del territorio circostante. L’assegno che abbiamo simbolicamente ricevuto oggi è il segno tangibile del legame con la popolazione, che ringrazio insieme agli organizzatori della raccolta fondi ed al Comune di Avigliana. L’Azienda ha investito importanti risorse nella riorganizzazione dei servizi all’interno della struttura, che oggi è sede di una Casa della Salute fra le più attive e innovative del nostro territorio. La realizzazione delle bellissime opere da parte degli studenti completa questi interventi e conferisce dimensione concreta ai concetti spesso solo teorici di accoglienza e umanizzazione. Desidero ringraziarli, insieme con gli insegnati che li hanno seguiti nella realizzazione dei lavori, al Museo di Arte Contemporanea Castello di Rivoli e alla Fondazione Magnetto. Ci auguriamo che i progetti con il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli e la Fondazione Magnetto abbiamo in futuro nuove occasioni e ulteriori sviluppi”. 

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium