/ Cronaca

Cronaca | 04 giugno 2019, 15:11

Il festival internazionale “Sul filo del circo” diventa maggiorenne e debutta il 21 giugno al teatro Le Serre di Grugliasco

Il direttore artistico Stratta: “C’è un mix di contenuti che lo sostengono grazie al quale porta in scena sotto un tendone opere di natura diversa per oltre un mese”

Il festival internazionale “Sul filo del circo” diventa maggiorenne e debutta il 21 giugno al teatro Le Serre di Grugliasco

Torna per la 18esima volta l’appuntamento col Festival Internazionale “Sul filo del circo”, principale manifestazione nazionale di circo contemporaneo per storicità, qualità e quantità degli spettacoli proposti che quest’anno taglia il traguardo della maggiore età: organizzato da Fondazione Cirko Vertigo e la città di Grugliasco che lo ospita sin dalla sua nascita; è andato progressivamente affermando il proprio ruolo di ambasciatore delle espressioni più innovative del circo contemporaneo italiano e di catalizzatore delle creatività internazionali più all’avanguardia del settore, dimostrando d’essere in grado di dialogare con la scena mondiale e agevolando quel processo inscindibile tra formazione professionale, creazione di spettacoli e diffusione delle opere d’arte.

“C’è un mix di contenuti che lo sostengono – ha spiegato il direttore artistico di Cirko Vertigo Paolo Stratta – grazie al quale porta in scena sotto un tendone opere di natura diversa per oltre un mese; per la prima volta comincia a giugno ed abbiamo aumentato le date rispetto agli anni precedenti. Il palinsesto mantiene l’attenzione verso le grandi produzioni di compagnie ed artisti già affermati integrando la proposta culturale con esibizioni più intime ed autoriali. Il prossimo anno daremo il via al primo corso annuale per insegnanti di circo contemporaneo, una figura professionale che ad oggi non c’è”.

Come ogni disciplina legata allo spettacolo dal vivo il circo trova nella tradizione le sue radici, ma si alimenta ed arricchisce con mezzi espressivi e tecniche che sanno parlare alle sensibilità di ogni tempo e alle diverse generazioni grazie alla compresenza di linguaggi artistici e forme espressive diverse: dal teatro alla danza, dalla musica alle arti visive. Una contaminazione che trova espressione nello spettacolo d’anteprima “La galerie” il 21 e 22 giugno proposto dalla compagnia canadese Machine de cirque, uno dei titoli di punta del cartellone che poi si snoderà dal 5 al 27 luglio con 24 spettacoli, 15 titoli differenti, 9 prime nazionali ed oltre 140 artisti provenienti da Canada, Repubblica Slovacca, Argentina, Regno Unito, Francia, Olanda, Spagna, Italia, Russia, Giappone, Portogallo, Brasile, Germania e Norvegia puntando a raccogliere oltre 4.000 spettatori grazie ad un palinsesto che comprende anche iniziative ed attività dedicate a bambini e famiglie: spettacoli di giocoleria e djset che permetteranno a tutti di vivere appieno l’atmosfera del festival ed il parco culturale Le Serre che lo ospita.

“Prosegue il percorso di crescita insieme alla città in cui è nato il festival – ha detto il sindaco di Grugliasco Roberto Montà – ed ogni anno aumenta la voglia di portare avanti il progetto, sempre in dialogo coi territori vicini; il cartellone è più che mai di grande interesse e ricco di spettacoli di qualità: motivi che l’hanno reso unico e che continuano a spingerci nel sostenerlo perché è un’eccellenza del nostro territorio che ci rende fieri di avergli dato i natali. Quando un evento culturale di livello internazionale arriva alla diciottesima edizione senza mostrare i segni del tempo può a buon diritto riempire d’orgoglio il suo direttore artistico e tutte le persone che lo organizzano”.

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium