/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | 21 maggio 2019, 19:34

Asl To3: "Risorse umane e tecnologie hanno ridotto i tempi di attesa"

Una panoramica di dati a confronto con quelli dei due anni passati

Asl To3: "Risorse umane e tecnologie hanno ridotto i tempi di attesa"

L’Asl To3 sta portando avanti, ormai da oltre due anni, un programma complesso e molto articolato finalizzato all’abbattimento delle Liste di Attesa e all’erogazione di prestazioni in tempi congrui con le necessità di cura.

In tale sfida, l’Azienda si è adoperata in prima linea proprio investendo in risorse e tecnologie oltre all’applicazione di rigorosi criteri di appropriatezza, al rispetto delle classi di priorità e ad un importante aumento dell’offerta dei servizi erogati e della qualità degli stessi.

L’obiettivo risultava particolarmente sfidante, se pensiamo che, ad inizio 2017, solamente il 38% delle prestazioni riusciva ad essere erogata entro i tempi previsti dagli standard regionali.

A oltre due anni di distanza dall’avvio del programma, i dati risultano invece molto positivi e gratificanti per l’enorme lavoro svolto che si è indirizzato sull’aumento del numero di visite ambulatoriali e delle prestazioni strumentali offerte, sull’aggiornamento e la creazione di specifici Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA), anche grazie all’integrazione ospedale-territorio e al potenziamento delle prestazioni ad accesso diretto.

Un ulteriore elemento, che ha permesso di raggiungere questo importante obiettivo, è stato dato dal personale sanitario (medico, infermieristico ed OSS), che oltre a riorganizzare ed efficientare i servizi già esistenti, si è reso disponibile all’effettuazione di prestazioni aggiuntive, contribuendo ulteriormente al miglioramento del servizio; questo ha permesso di ridurre liste già esistenti, proponendo ai pazienti di anticipare gli appuntamenti, in un’ottica di equità ed eticità.

Parallelamente a livello aziendale sono state rinforzate e affinate azioni di carattere informatico e tecnologico finalizzate a calibrare correttamente il fabbisogno del territorio della nostra Azienda.

Grazie quindi alla sinergia di tutte queste azioni, i dati relativi ai Tempi di Attesa dell’Asl To3 del primo trimestre 2019 non solo confermano e consolidano il trend positivo già registrato negli ultimi mesi del 2018, ma evidenziano un progressivo aumento del numero delle prestazioni erogate entro gli standard, che a marzo 2019 risultano essere il 69% e nella proiezione di aprile oltre l’85%.

Indipendentemente dal confronto con il valore standard, nel I trimestre 2019 si è registrata una riduzione dei giorni di attesa media nel 73,8% delle prestazioni, rispetto all’ultimo trimestre dell’anno 2018.

I risultati più rilevanti riguardano l’ambito gastroenterologico (-19,7 gg per prima visita gastroenterologica, -31 gg per gastroscopie, -19 gg per colonscopie), radiologico (ecografie capo e collo -33 gg ed ecografie addome -29 gg, esami TAC in media -17gg), cardiologico (Elettrocardiogramma da sforzo -15 gg), neurologico (-7,6gg per prima visita).

Tali risultati oltre ad essere molto incoraggianti, testimoniano che lo sforzo messo in campo dalla nostra Azienda ha portato a dei risultati davvero concreti a tutto beneficio dei nostri pazienti e che si proseguirà anche nei prossimi mesi a lavorare incessantemente affinché tutti gli interventi messi in campo possano garantire questo ottimo trend positivo.

“In questi ultimi 2 anni abbiamo raggiunto davvero degli ottimi risultati in termini di abbattimento dei tempi di attesa, ha sottolineato Flavio Boraso – Direttore Generale Asl To3 – Questo grazie non solo ad un progetto ben strutturato, ma ad un “investimento di energie” che ha visto il coinvolgimento di tutto il personale che ha lavorato sui tempi di attesa e che ha creduto  nella possibilità di migliorare i percorsi di cura dei nostri cittadini con la piena soddisfazione dei nostri utenti che finalmente possono utilizzare i servizi in modo maggiormente appropriato rispetto al passato. Tengo altresì a sottolineare l’importanza di fare ‘squadra’ con i medici di famiglia, i pediatri di territorio, gli specialisti ambulatoriali ed i medici ospedalieri: è proprio grazie all’interazione e al lavoro di tutti i professionisti coinvolti che si è riusciti a raggiungere l’ambizioso obiettivo di abbattere i tempi di attesa aziendali. A tutti loro, ed a chi, negli uffici di coordinamento, ha costantemente operato per tale obiettivo, va il nostro sentito ringraziamento”.

 

Comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium