/ Eventi

Eventi | 16 maggio 2019, 14:34

La Medea di Giorgio Li Calzi arriva alla Lavanderia a Vapore di Collegno

Appuntamento fissato per sabato 25 maggio alle 21 in corso Pastrengo 51

Foto: Daniela Foresto

Foto: Daniela Foresto

E' fissato per sabato 25 maggio alle 21, presso la Lavanderia a Vapore di Collegno di corso Pastrengo 51, l'appuntamento - coprodotto da Balletto Teatro di Torino e Rivolimusica, in collaborazione con Piemonte dal Vivo - con la Medea di Giorgio Li Calzi, che ne ha curato la regia, il suono e le musiche. Una nuova veste, dunque, per il trombettista 54enne, produttore musicale (12 album a suo nome con collaborazioni da Wolfgang Flür dei Kraftwerk alla rockstar brasiliana Lenine) e promotore culturale (dirige CHAMOISic Festival e Torino Jazz Festival).

Lo spettacolo è un'opera pop per sei danzatori, un violoncellista e uno schermo di proiezione che cita "Salò" di Pasolini, "Viva la Muerte" di Arrabal e "Medea" di Von Trier e che disegna i figli di Medea come spettatori passivi, complici e semplicemente figli di ineluttabile destino della disperazione della madre.

Medea, un tempo principessa e maga nella sua terra arcaica, ora semplicemente straniera in un mondo civilizzato, viene abbandonata insieme ai figli dal padre dei suoi figli. Medea rappresenta la mutazione da donna, nel paese di origine che tradisce per seguire il suo uomo, a moglie e madre in una società che la rifiuta e che rifiuta la sua stessa discendenza.

L'enigma della vita trascende il significato della tragedia e la mutazione si conclude con la catarsi finale: non vedendo alcuna possibilità di futuro per i suoi bambini, Medea cancella una parte di se stessa, abbandona il ruolo di madre e si riprende quello primario di donna.


«La tragedia greca è alla base della civiltà occidentale e del mondo cristiano - commenta proprio Li Calzi -. I miti arcaici riaffiorano nel mondo moderno e si mescolano in un teatro umano indefinito e sempre costantemente attuale in ogni dinamica sociale».

redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium