/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 14 maggio 2019, 14:49

Asl To3, un dibattito e una campagna di sensibilizzazione per la giornata nazionale del Sollievo

La campagna verrà realizzata presso gli Ospedali di Rivoli, Pinerolo, Venaria e Susa e presso le varie sedi distrettuali. Il dibattito a Pomaretto

Asl To3, un dibattito e una campagna di sensibilizzazione per la giornata nazionale del Sollievo

 

Indetta per la prima volta da una Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri nel maggio 2001, la Gornata nazionale del Sollievo” è dedicata al controllo del dolore e alla cultura del sollievo dalla sofferenza, fisica e morale.

L’ASLTO3, attraverso la Struttura Cure Palliative, diretta dalla Dott.ssa Gioia Becchimanzi, ha previsto alcune iniziative di informazione e sensibilizzazione su questo tema.

Nella settimana che precede il 26 maggio, Giornata Nazionale del Sollievo 2019, presso gli Ospedali di Rivoli, Pinerolo, Venaria e Susa e presso le varie sedi distrettuali, verrà realizzata una campagna informativa, con la distribuzione di materiale realizzato allo scopo di presentare le attività delle Cure Palliative sul territorio e la rete di collaborazione con le associazione di volontariato che operano in questo settore, in stretta collaborazione con l’Azienda Sanitaria.

Sabato 18 maggio alle ore 16.00 inoltre, avrà luogo presso il Teatro Valdese di Pomaretto - via Carlo Alberto, 51 un incontro, in collaborazione con l’Associazione Mai Soli, dedicato al tema del diritto alle cure, con l‘intervento del Sen. Elvio Fassone e della Dott.ssa Becchimanzi, che si occuperà di cure palliative e sedazione terminale.

Il sollievo dalla sofferenza, tema da alcuni anni al centro di una profonda riflessione anche in Italia, comporta l'analisi dei fattori clinici, sociali, psicologici e ambientali, che richiedono necessariamente l'interazione fra le figure professionali dell'équipe curante, allargata alla famiglia e alla rete formale ed informale di supporto. L'ospedale è il luogo in cui in genere si realizza tale rete, anche sempre più spesso si rendono necessari modelli flessibili di integrazione con i servizi territoriali, modulabili sulle reali e complesse necessità dei pazienti e delle loro famiglie, nelle diverse fasi della malattia.

L'ASLTO3 da tempo affronta l’ambito delle Cure Palliative attraverso servizi specifici, riorganizzati per meglio supportare i pazienti e le loro famiglie in momenti di particolare fragilità. Con questo scopo sono state realizzate la “Rete Locale della Terapia del Dolore” e la “Rete Locale delle Cure Palliative”, che insieme ai GIC - Gruppi Interdisciplinari di Cura oncologici, si occupano di definire percorsi multidisciplinari e multiprofessionali per dare una risposta concreta alla sofferenza dei malati e delle loro famiglie nei diversi ambiti assistenziali. Quest'anno inoltre, a partire dalle Valli del Distretto Pinerolese, l’ASLTO3 ha attivato due primi Ambulatori di Cure Palliative simultanee che, insieme ai quattro posti letto presso il CAVS di Pomaretto, offrono risposte concrete al sollievo dalla sofferenza. Il Progetto Protezione Famiglie Fragili infine, sostenuto dalla Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d'Aosta, a cui l’ASL TO 3 ha aderito nel 2017 con avvio nel Distretto Pinerolese e con progressivo coinvolgimento degli altri ambiti distrettuali, è stato esteso quest’anno anche al Distretto Val Susa e Val Sangone.

“La XVIII Giornata del Sollievo ci offre l’occasione per ribadire l’importanza di alcuni ambiti di cura particolarmente delicati e sensibili, ai quali abbiamo dedicato in questi anni attenzione e sostegno concreto, attraverso la completa riorganizzazione dei servizi aziendali destinati alle Cure Palliative” sottoliena il Direttore Generale ASLTO3 Dott. Flavio Boraso. “I nostri servizi sono oggi riconosciuti per la competenza, la professionalità e la capacità di supporto. Tutto ciò grazie alle équipe ASLTO3 che lavorano con dedizione e profonda umanità nel confronto quotidiano con la sofferenza dei pazieni, nonché grazie alla fondamentale collaborazione con le organizzazioni no-profit del territorio, in particolare l'Associazione Mai Soli, l'Associazione Luce per la Vita e la Fondazione Faro, che ringrazio per il prezioso rapporto di stretta sinergia e collaborazione con la nostra Azienda, nel comune obiettivo di sostegno ai pazienti e alle loro famiglie.”

 

comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium