/ Politica

Politica | 02 maggio 2019, 19:22

Rivoli, la corsa di Bugnone alla poltrona di sindaco passa per scuola e formazione

Venerdì alle 18 appuntamento con "Rivoli Formativa" presso la sede del Pd di piazza Matteotti, con la partecipazione della vicepresidente del Pd Anna Ascani

Rivoli, la corsa di Bugnone alla poltrona di sindaco passa per scuola e formazione

La rincorsa alla poltrona di sindaco di Rivoli per Emanuele Bugnone, candidato sostenuto dal Partito Democratico, Moderati, + Europa e due liste civiche, passa domani per due appuntamenti importanti. Alle 16, presso la sede Cisl di Rivoli di corso Francia 119, l'incontro con i delegati sindacali di Cisl, mentre alle 18 - nella cornice della sede del Partito Democratico di Rivoli (in piazza Matteotti 3), l'incontro dal titolo "Rivoli Formativa", che vedrà la presenza anche di Anna Ascani, vicepresidente del PD.
"Sarà l'occasione - spiega Bugnone - per affrontare il mondo della formazione e della scuola, a Rivoli. Formativa, infatti, è uno dei dieci aggettivi che abbiamo scelto per lanciare la nostra campagna elettorale sulla città che verrà, anche se già oggi possiamo vantare un buon sistema scolastico". "Tra i nostri progetti - prosegue - c'è quello di arrivare a creare le cosiddette classi Primavera, che vadano ad arricchire il quadro dell'offerta nei mesi precedenti all'ingresso alla scuola materna, in alternativa all'asilo nido e con costi più accessibili per le famiglie".

Ma la partita elettorale si gioca anche su molti altri temi, che Bugnone andrà ad affrontare nelle prossime settimane, quelle che dividono i cittadini di Rivoli dal voto. "La macchina è già avviata - racconta - ma faremo numerosi approfondimenti. Come proposta politica, ci poniamo in continuità con quella del sindaco uscente Franco Dessì, ma al tempo stesso vogliamo imprimere una nostra impronta. Vogliamo continuare sul binario della buona amministrazione, sui passi avanti fatti in questi anni, ma contestualmente vogliamo puntare su una progettazione di sistema degli interventi. Per esempio per quanto riguarda le piste ciclabili: vogliamo pianificare uno studio complessivo, che permetta una visione d'insieme. E lo stesso metodo intendiamo applicarlo anche ad altri settori".

Tra i punti programmatici fondamentali che Bugnone vuole porre sotto i riflettori, c'è una Rivoli che scommetta sulla sostenibilità. "Piste ciclabili, dunque, ma anche una revisione del piano del trasporto pubblico. E poi vogliamo valorizzare la capacità di attrazione del centro storico, magari inserendo un gioiello come il Castello di Rivoli in un contesto più ampio, che abbracci pure altre zone della città. Un sistema diffuso che ci permetta di avanzare la candidatura per uno dei prossimi bandi che decreteranno la Capitale italiana della cultura. Sono certo che abbiamo caratteristiche uniche per farcela e le carte in regola".

 

cpe

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium