/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 08 aprile 2019, 14:56

Grugliasco, Polizia locale: meno incidenti stradali grazie a pattugliamento preventivo e tecnologia

Il comandante Penz sul bilancio d'attività dello scorso anno: “Con 1.100 pattugliamenti nel 2018 abbiamo mantenuto un livello standard ed aumentato i posti di controllo congiunti a quelli della Polizia stradale”

Grugliasco, Polizia locale: meno incidenti stradali grazie a pattugliamento preventivo e tecnologia

Il bilancio della Polizia municipale di Grugliasco relativo all’anno scorso vanta numeri di tutto rispetto: evasi 27.640 casi tra accertamenti, telefonate, esposti e segnalazioni alla centrale operativa; più controlli sulle limitazioni del traffico per ragioni ambientali, sui posteggiatori abusivi e sulle violazioni al codice della strada più pericolose quali l’eccesso di velocità, la guida in stato di ebbrezza, il passaggio col semaforo rosso, la guida col cellulare e la mancata copertura assicurativa. I sinistri con lesioni diminuiscono poiché furono 52 nel 2016 su 87 incidenti rilevati, 51 su 75 nel 2017 e 48 su 78 nel 2018.

“Il merito va all’attività di prevenzione grazie ad un costante pattugliamento – dice il comandante della Polizia locale Massimo Penz – ed al supporto della tecnologia che ci permette di monitorare zone strategiche del territorio cittadino”. In totale le sanzioni per violazioni del codice della strada sono state 13.162 nel 2018, in calo rispetto alle 13.803 del 2017 ed alle 15.560 del 2016. Di queste 13.162 oltre 4.500 hanno riguardato la rilevazione automatica della velocità, in aumento rispetto alle 4.056 del 2017; mentre le 4.741 per passaggio col semaforo rosso risultano in forte calo rispetto alle 5.847 del 2017 ed alle 6.292 del 2016. Rimane stabile il dato sui sequestri di veicoli sprovvisti di copertura assicurativa che nel 2018 sono stati 101 rispetto ai 110 del 2017 ed agli 86 del 2016.

“Con 1.100 pattugliamenti nel 2018 – aggiunge Penz – siamo riusciti a mantenere un livello standard ed aumentato sensibilmente i posti di controllo congiunti a quelli della Polizia stradale nonché la strumentazione tele-laser e l’etilometro, passando dai 25 del 2017 ai 120 dell’anno passato”.

Significativa nel 2018 l’attività di controllo ambientale che ha consentito d’individuare e sanzionare i responsabili di aziende nazionali con ammende superiori ai 20.000 euro: in totale le violazioni relative all’abbandono di rifiuti, con casi di cumuli anche davanti all’ecocentro negli orari di chiusura, sono stati 60 a cui si aggiunge quello di un’auto abbandonata. Complessivamente il fenomeno risulta in calo come numero di eventi (91 nel 2018) anche se ha determinato sanzioni molto rilevanti sia per le cifre che per l’identità delle aziende multate.

Sono proseguite le attività di tutela delle fasce più deboli della popolazione tutelando la sosta nei posti riservati agli invalidi, le strisce pedonali ed evitando la sosta selvaggia davanti alle scuole grazie all’ausilio dell’autoscan, ma anche attraverso l’impegno in progetti dedicati all’educazione stradale degli anziani. Sono aumentati sensibilmente i servizi davanti alle scuole, che passano dai 790 del 2017 ai 980 del 2018 anche a causa della sospensione del servizio dei ‘nonni vigile’; in aumento anche i controlli sui posteggiatori non autorizzati e sanzionati in piazzale Polesine e nel parcheggio del centro commerciale Le Serre.

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium