/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 14 marzo 2019, 14:21

Anche le scuole di Collegno si schierano a favore dell'ambiente e contro il cambiamento climatico

Dalla Leumann al Curie, passando per Boselli e Don Minzoni: ecco tutte le iniziative per il 15 marzo. Casciano: "Aumentare la consapevolezza della grande responsabilità che gli adulti hanno nei confronti del pianeta"

Anche le scuole di Collegno si schierano a favore dell'ambiente e contro il cambiamento climatico

Anche a Collegno le scuole partecipano all’iniziativa “Fridays for future”, lo sciopero generale per il futuro. “Perché studiare per un futuro che potremmo non avere?” Questo è l’interrogativo provocatoriamente lanciato da Greta, la studentessa svedese che ha lanciato l’allarme a livello planetario. 

E così, il 15 marzo la scuola Leumann esporrà uno striscione realizzato dagli alunni, mentre dalle 12 alle 14 il Liceo Curie organizzerà l’evento “Inquina di meno riducendo la plastica”. La scuola Paolo Boselli alle 15,30 piantumerà sei nuovi alberi per la scuola, mentre alla media Don Minzoni gli studenti faranno un immenso girotondo che cingerà la scuola.

"La città di Collegno aderisce alla mobilitazione per lo sciopero per il clima sostenendo e coordinando le azioni delle scuole collegnesi – dichiara Enrico Manfredi, assessore all’ambiente e alla Città Sostenibile di Collegno – . Si andrà dallo sviluppo della consapevolezza della pericolosità dei rifiuti in plastica fino alla piantumazione di muovi alberi come segni tangibili del contrasto al mutamento climatico".
 

"Anche a Collegno dobbiamo aumentare la consapevolezza  della grande responsabilità che gli adulti hanno nei confronti dell’ambiente che lasceranno ai propri figli e alle generazioni future – dichiara il sindaco di Collegno, Francesco Casciano –. Per questo, sosteniamo le iniziative nella giornata del 15 marzo dedicata alla difesa del Pianeta. Dobbiamo sentirci tutti impegnati a rendere la Città sostenibile, rispettosa dell’equilibrio ecosistemico e educante alle buone pratiche: andare a scuola e al lavoro a piedi o in bici o con i mezzi pubblici o condivisi, non eccedere nel riscaldamento o nell’uso dei condizionatori, fare bene la raccolta differenziata rispettare la natura e limitando gli “usa e getta”, rispettando la natura".

redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium