/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 12 marzo 2019, 15:50

Grugliasco risponde presente alla giornata del “Fiocchetto lilla” contro i disturbi del comportamento alimentare

La vicesindaco Martino: “Crediamo sia fondamentale creare una coscienza collettiva su queste gravi malattie purtroppo sempre più diffuse”

Grugliasco risponde presente alla giornata del “Fiocchetto lilla” contro i disturbi del comportamento alimentare

Il 15 marzo Grugliasco, Collegno, Rivoli e Alpignano aderiscono alla giornata del “Fiocchetto lilla”, colore divenuto simbolo della lotta ai disturbi del comportamento alimentare (Dca): promossa per la prima volta nel 2012 dall’associazione “Mi nutro di vita” di Pieve Ligure, è un’iniziativa che partì da un padre, Stefano Tavilla, che per colpa della bulimia perse la figlia Giulia di soli 17 anni mentre attendeva d’essere ricoverata, e fu il 15 marzo il giorno della sua morte.

“L’amministrazione comunale – spiega la vicesindaco di Grugliasco Elisa Martino – ha deciso di sostenere e promuovere la giornata nazionale di prevenzione e cura dei disturbi alimentari in quanto crediamo sia fondamentale creare una coscienza collettiva su queste gravi malattie purtroppo sempre più diffuse: è importante diffondere la consapevolezza a livello individuale ed istituzionale per creare una rete di aiuto, sostegno e supporto a chi ne soffre impedendo che si senta solo e facendogli capire che può contare sul supporto della collettività”.

Una giornata che intende offrire speranza a coloro che stanno ancora lottando e che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei Dca: anoressia, bulimia, binge eating, obesità e tutti i disturbi dell’alimentazione non altrimenti specificati (Ednos): in tutta Italia verranno organizzati eventi di vario genere quali convegni, presentazioni di libri, banchetti informativi, colorazioni lilla di fontane e monumenti. Come già negli anni scorsi le quattro amministrazioni comunali tingeranno di lilla l’home page dei propri siti, con il logo della giornata e il fiocchetto; le quattro città saranno anche presenti nella mappa delle presenze del sito www.minutrodivita.it insieme all’associazione nazionale “Consult@noi” e il ministero della Sanità.

Gli obiettivi dell’evento sono difendere i diritti fondamentali di chi è colpito da un Dca combattendo informazioni distorte e pregiudizi; sensibilizzare l’opinione pubblica facendo conoscere frequenza, caratteristiche e conseguenze che questi disturbi possono avere sulla salute fisica e psicologica di chi ne soffre; scoraggiare il distacco ed il disinteresse da parte di chi non è direttamente coinvolto dalla malattia; accrescere la consapevolezza a livello individuale, collettivo ed istituzionale del carattere sociale che i Dca stanno assumendo a livello nazionale e mondiale; creare una rete di solidarietà verso chi ne è vittima per combattere il disagio relazionale e il senso di abbandono che comporta e sconfiggere l’omertà che accompagna questi disturbi.

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium