/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 07 marzo 2019, 11:58

Rivoli sceglie marzo per ribadire il proprio impegno contro le mafie. Dessì: "Siamo in prima fila, pochi come noi tra i Comuni delle nostre dimensioni"

Nei giorni scorsi è stata approvata la cittadinanza onoraria a don Ciotti. E già da oggi si svilupperà un calendario di appuntamenti ed eventi, soprattutto con i giovani delle scuole, anche per fare il bilancio di 5 anni di Osservatorio antimafia

Rivoli sceglie marzo per ribadire il proprio impegno contro le mafie. Dessì: "Siamo in prima fila, pochi come noi tra i Comuni delle nostre dimensioni"

Rivoli ribadisce il suo impegno contro le mafie. Dopo aver votato all'unanimità la cittadinanza onoraria a don Luigi Ciotti, nei giorni scorsi, la città alle porte di Torino rilancia un mese di marzo dedicato alla legalità.

"Rivoli è una delle pochissime città della nostra dimensione, a livello nazionale, a essersi dotata di un osservatorio antimafia - sottolinea il sindaco, Franco Dessì - e abbiamo agito anche concretamente. In passato il territorio di toccato dall'inchiesta Minotauro e attraverso l'osservatorio decidemmo di passare al vaglio tutti gli appalti dal 2009 al 2014".

"Fu un errore mio, di cui ancora mi vergogno, dichiarare dopo il mio insediamento che a Rivoli non ritenevo ci fosse criminalità organizzata. Poi l'inchiesta Minotauro ci raccontò una storia diversa e scoprimmo tre imprese e mezzo per un valore di circa 3,5 milioni di lavoro. Seppure si trattasse di appalti nella totale regolarità procedurale. Nessun territorio è indenne da questo fenomeno e nessuno deve avere la presunzione di pensare di esserlo. Proprio da questo decidemmo di applicare tra i primi la legge sulla trasparenza e sulla legalità".

"Marzo sarà l'occasione per dare un particolare rilievo a questo nostro impegno, per stimolare la cultura della legalità. E speriamo che la prossima giunta, quale che sia, confermi e rafforzi l'osservatorio". Il mese di marzo sarà dunque l'occasione per un bilancio dei cinque anni di attività dell'Osservatorio Animafia della Città di Rivoli, giunto alla scadenza del mandato.

Ma le settimane saranno scandite soprattutto da eventi sul territorio. Sul tavolo, argomenti come ecomafie, modalità di infiltrazione mafiosa nelle attività economiche, gioco d'azzardo, rispetto del sistema fiscale e previdenziale e l'importanza del corretto svolgimento delle attività economiche. Proprio a partire da oggi, gli appuntamenti coinvolgeranno anche gli studenti delle scuole cittadine.

Il prossimo 21 marzo, poi, la Città di Rivoli e le scuole del territorio parteciperanno alla “Giornata in Ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie”, organizzata dall'Associazione Libera a Novara. Prevista, entro la fine del mese, anche l'intitolazione di un nuovo giardino, in corso Susa, a una personalità femminile vittima innocente di mafie, che sarà scelta tra una rosa di nomi.

Massimiliano Sciullo

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium