/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 16 febbraio 2019, 18:27

Al Teatro Concordia di Venaria appuntamento con "La Bohème" di Puccini

Domenica 24 febbraio a partire dalle ore 16

Al Teatro Concordia di Venaria appuntamento con "La Bohème" di Puccini

Continuano gli appuntamenti con l'opera lirica al Teatro Concordia, quest'anno con due nuovi titoli, il primo domenica 24 febbraio "La Bohème" capolavoro di Giacomo Puccini.

L'opera a cura dell'associazione ORPLirica in collaborazione con l'associazione OperaOpera con la regia di Gualtiero Ristori, giovane e promettente regista genovese, reduce dalla produzione di AIDA al teatro Carlo Felice di Genova dove ha lavorato come assistente alla regia riscuotendo un grande successo. L'Orchestra ORP ed il Coro della compagnia Amici del Piemonte, saranno diretti dal Maestro Gianluca Fasano che torna a Venaria dopo le produzioni della scorsa stagione di Otello e Tosca.

Protagonisti sul palcoscenico saranno il giovane tenore Napoletano Orazio Taglialatela Scafati nel ruolo di Rodolfo, il soprano messicano Laura Maria Romo Contreras già acclamatissima nella Tosca della passata stagione, mentre il soprano torinese Ilaria Lucille de Santis sarà Musetta. Sul palcoscenico anche un nome illustre per tutto il panorama lirico nazionale, il basso Riccardo Ristori che interpreterà Colline.

Accanto a loro il giovane William Allione sarà Marcello, Andrea Lanzola (Schaunard) e Mario Gaudino (Benoit / Alcindoro).

L’orchestra d’la Region Piemont nasce nell’Aprile del 2012 dalla collaborazione di un gruppo di giovani ragazzi di età inferiore ai 25 anni accomunati dalla passione per l’opera e l’operetta che decisero di creare sul territorio piemontese una realtà lirica fatta in gran parte da giovani artisti promettenti. Da questa idea, oggi l'associazione cura tutti gli eventi della compagnia AMICI DEL PIEMONTE e continua ad offrire al pubblico spettacoli di grande livello in tantissimi teatri Italiani.

"La Bohème" è un’opera in quattro atti che nel tempo ha riscosso una popolarità universale, che finì per oscurare la sua modernità e che anticipava in larga misura procedimenti che verranno utilizzati da Ravel e dai compositori della sua generazione, questo successo verrà presentato a Venaria in un nuovissimo allestimento.

comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium