/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| 14 febbraio 2019, 13:38

XIX Giornata della raccolta del Farmaco: nel Torinese raccolti 26.486 farmaci

A Torino numeri in crescita del 9% rispetto al 2018 . Hanno aderito 246 farmacie, 14 in più dell’anno precedente

XIX Giornata della raccolta del Farmaco: nel Torinese raccolti 26.486 farmaci

 

È una #GRF19 decisamente in crescita quella che si è svolta sabato 9 febbraio in 246 farmacie di Torino e provincia. I torinesi hanno donato 26486 confezioni facendo segnare un incremento di 2190 unità rispetto alle 24297 del 2018. Una crescita che supera di due volte e mezzo quella del 2018 sul 2017: +3,7%.

Merito della generosità dei torinesi e della disponibilità dei volontari e delle farmacie: la raccolta media è aumentata di circa 3 euro, passando dai 104,72€ dai 107,67€ per farmacia, le farmacie che hanno aderito alla GRF sono state 12 in più rispetto all’anno precedente.

Non è ancora abbastanza per soddisfare il fabbisogno degli enti caritativi serviti dal Banco Farmaceutico Torino, 51 nell’area metropolitana che assistono oltre 22mila persone indigenti, anche se la copertura del bisogno è, ancora una volta, in crescita: rispetto agli 88105 farmaci richiesti, la #GRF19 ha permesso di raccoglierne il 30,06%. Nel 2018, era stato raccolto il 27,84% degli 87281 prodotti richiesti.

A livello nazionale sono state raccolte oltre 420mila confezioni con un aumento di oltre il 10% rispetto alle 376692 del 2018. Hanno aderito 4488 farmacie, 7,5% in più rispetto all’anno precedente.

Così Clara Cairola Mellano, Presidente del Banco Farmaceutico Torino, commenta i numeri in crescita della Giornata della Raccolta del Farmaco 2019: “Il risultato conferma non soltanto la generosità dei torinesi, ma anche il progressivo radicamento che il Banco Farmaceutico sta acquisendo sul territorio: c’è sempre maggiore consapevolezza del dramma rappresentato dalla povertà sanitaria e dal costo sociale che essa comporta. Una persona che non può preservare la propria salute oggi, domani sarà una persona gravemente malata che comporterà costi, personali ed economici, eccessivi. Ringrazio i farmacisti, che volontariamente si sono messi a disposizione in un numero maggiore rispetto al 2018, i nostri impagabili volontari e tutti coloro che hanno sostenuto la #GRF19 diffondendone l’importanza sui mezzi di comunicazione e invitando a donare”.

“Abbiamo sin dalla nascita appoggiato l’iniziativa del Banco Farmaceutico – spiega Mario Giaccone, Presidente dell’Ordine dei Farmacisti della provincia di Torino -, un’iniziativa che ci permette di fornire un aiuto concreto a molte famiglie in difficoltà. Anche quest’anno i torinesi hanno dato un segnale forte contro la povertà sanitaria e, con loro, anche tutte le farmacie aderenti e i volontari. Nonostante il periodo di crisi, tante sono le persone che hanno donato un farmaco, riconoscendo l’importanza di avvicinarsi ai bisogni di chi si trova in difficoltà”.

 

comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium