/ Cronaca

Cronaca | 24 gennaio 2019, 16:48

Grugliasco, la Memoria della Shoah nelle scuole per educare i giovani a prenderne coscienza

L’assessora Guarino: “Non pensate che queste cose siano lontane da noi perché tutto ciò può ripetersi, sono cose che fanno soffrire, ma chiudere gli occhi è peggio”

Grugliasco, la Memoria della Shoah nelle scuole per educare i giovani a prenderne coscienza

In vista del 27 gennaio, Giornata della Memoria della Shoah, nell’auditorium Paradiso di Grugliasco, 200 allievi della scuola primaria “Martin Luther King” e di quella secondaria di primo grado “Carlo Levi” hanno incontrato Franca Mortara Nizza, rappresentante della comunità ebraica di Torino e testimone della deportazione, che li ha coinvolti portandoli a riflettere su quanto accaduto e sull’importanza di non dimenticare.

Alle classi quinte è stato proposto il video a cartoni animati “La stella di Andra e Tati”, storia delle due sorelle Bucci, deportate ad Auschwitz insieme ad altri 230.000 bambini dei quali ne sopravvissero 50 fra cui loro due. Ai ragazzi delle medie che hanno successivamente preso posto nell’auditorium è invece stato proiettato il video documentario “La fabbrica dello sterminio”: entrambi previsti dall’offerta formativa territoriale gratuita del Comune.

“Non pensate che queste cose siano lontane da noi – ha detto l’assessora alla Cultura Emanuela Guarino – perché tutto questo può ripetersi, fate attenzione ai messaggi che vi arrivano, pensate sempre con la vostra testa e ringraziate le vostre insegnanti per il lavoro che stanno facendo. Sono cose che fanno soffrire, ma chiudere gli occhi è peggio quindi sfruttate questi momenti”.

Grazie al supporto della Consulta antifascista il Comune celebrerà il giorno della Memoria, che ricorda l’ingresso avvenuto nel 1945 delle truppe alleate nel lager polacco di Auschwitz, affidandola ad una mostra realizzata da Sergio Coalova, partigiano pinerolese morto nel giugno scorso, deportato e sopravvissuto nel campo di Mauthausen. Verrà allestita nello Chalet Allemand nel parco culturale Le Serre e sarà inaugurata il 2 febbraio alle 18.30 con cerimonia pubblica e letture da parte del gruppo teatrale “I viandanti”.

La mostra sarà visitabile fino al 10 febbraio, con apertura sabato e domenica dalle ore 15 alle 18 e, in settimana, su prenotazione al numero 011/4013260. In città saranno inoltre esposti striscioni commemorativi realizzati in collaborazione col presidente della Consulta antifascista Giuseppe Rizzo, con la sezione Anpi di Grugliasco e con l’Associazione nazionale e deportati nei campi nazisti.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium