/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 22 gennaio 2019, 15:24

Grugliasco, i giovani si allenano al futuro per una scelta più consapevole del lavoro (FOTO)

L’assessora Guarino: “Talvolta non è facile individuarlo perché non si sa cosa chiede il mercato che lo regola e quali sono le offerte formative”

Grugliasco, i giovani si allenano al futuro per una scelta più consapevole del lavoro (FOTO)

E’ giunto alle 7^ edizione il seminario-laboratorio “Alleniamoci al futuro” rivolto ai giovani per una scelta lavorativa consapevole che quest’anno ha avuto luogo nella scuola di Agraria e Medicina veterinaria di Grugliasco.

“Sarete i cittadini che prenderanno in mano l’Italia – ha detto l’assessora alla Cultura Emanuela Guarino rivolgendosi agli studenti – magari con un lavoro che esalti il vostro talento e che vi renda felici nel farlo. Ma talvolta non è facile individuarlo perché non si sa cosa chiede il mercato che lo regola e quali sono le offerte formative e giornate come questa vi aiutano a scoprirle”.

“E’ necessario declinare sempre più i percorsi di formazione – ha aggiunto l’assessora regionale all’Istruzione Gianna Pentenero – perché spesso non si trovano le figure professionali di cui c’è bisogno e non sono codificate, a titolo d’esempio penso al settore dell’Ict; ma occorre altresì cercare la vocazione al lavoro mettendo da parte la cassetta degli attrezzi formativi che tenga conto dei cambiamenti del mercato del lavoro e preparandosi ad avere le competenze indispensabili ad affrontare la vita professionale”.

La mattina è proseguita con Pasquale Gravina, ex pallavolista azzurro ed ora consulente dell’agenzia Piemonte Lavoro nonché dirigente di GiGroup, una delle principali realtà italiane a livello mondiale nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro. “Il successo è effimero se non è costruito sulle basi dell’allenamento – ha spiegato Gravina – e spesso il più grande ostacolo per raggiungerlo è la paura di fallire mentre invece ogni sbaglio è un’opportunità per crescere: come amava dire Nelson Mandela, un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.

Hanno poi fatto seguito i lavori di approfondimento suddivisi in quattro aree differenti (scientifica, sanitaria, innovazione tecnologica e industriale, lavoro e formazione post qualifica) che si sono conclusi in plenaria con una sintesi a cura dei coordinatori dei gruppi.

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium