/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| 14 gennaio 2019, 18:31

Solidarietà a Stefano Cucchi, Sganga (M5S): "Inaccettabile la strumentalizzazione politica"

La maggioranza ha abbandonato l'aula consiliare durante la discussione della mozione. Ricca (Lega): "Che non si infanghi il ruolo delle forze dell'ordine"

Solidarietà a Stefano Cucchi, Sganga (M5S): "Inaccettabile la strumentalizzazione politica"

 

Doveva essere votata oggi in Consiglio comunale la solidarietà da parte della Città di Torino alla vicenda Cucchi, esprimendo - come ribadito da Eleonora Artesio, prima firmataria dell'atto - sostegno al dramma familiare e condanna della vicenda giudiziaria che ne è sorta. Ma un'animata discussione tra maggioranza e minoranza ha portato all'abbandono dell'aula da parte del Movimento 5 Stelle rimandando di conseguenza la votazione. Il motivo, le divergenze politiche sulla vicenda, che vedono la sinistra schierata nella ricerca di verità e giustizia - con un emendamento presentato dal capogruppo Pd Stefano Lo Russo, solidale con le forze dell'ordine che hanno subito un danneggiamento dell'immagine -, mentre i pentastellati puntano il dito contro la strumentalizzazione politica.

"La morte di Stefano Cucchi non può essere trasformata in campagna elettorale", sostiene la capogruppo M5S Valentina Sganga. "Inaccettabile l'atteggiamento derisorio e irriguardoso di una parte delle minoranze nel corso della discussione". "L'atto - concludono i pentastellati in una nota - verrà comunque approvato al prossimo consiglio comunale in un clima, si auspica, di maggiore serietà".

Tra i temi più caldi emersi in aula, le dichiarazioni sulla vicenda di Matteo Salvini prima e durante la sua nomina a ministro (tra cui "Ilaria Cucchi mi fa schifo") e quelle di Gianni Tonelli, segretario del sindacato di polizia, che attribuiva le lesioni mortali di Cucchi al suo cattivo stile di vita. Forti in proposito le dichiarazioni del capogruppo della Lega Fabrizio Ricca: "Non mischiamo la richiesta di verità al tentativo di infangare l'intera categoria delle forze dell'ordine. Salvini resta il miglior ministro dell'interno di sempre".

"Lo spettacolo dato oggi dal M5S in Sala Rossa è indegno", ha invece commentato il capogruppo del PD, Stefano Lo Russo. "Pur di rispettare il "Contratto di Governo con la Lega, i grillini torinesi preferiscono far saltare il numero legale e peraltro solo per non votare un Ordine del Giorno che chiede verità e giustizia per Stefano Cucchi e che stigmatizza le dichiarazioni di Salvini chiedendone le dimissioni da Ministro dell'Interno. Spiace solo che queste manfrine e questi imbarazzi nella maggioranza gialloverde del governo nazionale si sviluppino su una questione così delicata e sentita per tutti noi".

 

Manuela Marascio

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium