/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 09 gennaio 2019, 15:24

Grugliasco, Cidiu aderisce alla campagna per la raccolta dei rifiuti al mercurio

I centri di raccolta sul territorio sono stati dotati di apposito contenitore

Grugliasco, Cidiu aderisce alla campagna per la raccolta dei rifiuti al mercurio

Cidiu Servizi spa, società che gestisce i servizi di raccolta rifiuti per 17 Comuni tra i quali Grugliasco, ha aderito alla campagna promossa da Trm e Iren nata con l’obiettivo d’informare e sensibilizzare i cittadini dell’area metropolitana sul corretto conferimento dei rifiuti contenenti mercurio incentivando la consegna presso gli ecocentri cittadini. Il mercurio è un metallo pesante tossico che non si degrada, individuato come inquinante globale in grado di produrre rilevanti effetti negativi sulla salute umana e sull’ambiente.

Per questo motivo i rifiuti che lo contengono non vanno gettati insieme agli altri, ma portati all’ecocentro di via della Libertà all’angolo con strada del Portone: l’obiettivo di una raccolta selettiva è proprio quello di evitare danni avendo cura di collocarli nell’apposito cassonetto dopo averli messi in contenitori chiusi per evitare rotture indesiderate che porterebbero il mercurio a disperdersi. Oggetti comuni quali batterie, neon e vecchi termometri lo contengono ed occorre manipolarli per smaltirli in modo corretto affinché possa essere recuperato in condizioni di sicurezza e non disperso.

Tutti i centri di raccolta sono stati dotati di appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti contenenti mercurio e Grugliasco è divisa in zone coincidenti coi quartieri: Gerbido, Fabbrichetta, Centro, San Sebastiano, San Giacomo, San Francesco, Lesna-Quaglia, Paradiso e Santa Maria. L’ecocentro è il luogo in cui conferire quei rifiuti che, per tipologia o dimensioni, non possono essere collocati nei contenitori domiciliari e stradali. A quello di Grugliasco possono accedere, previa iscrizione, esclusivamente i residenti e per avere più informazioni occorre telefonare allo 011/4143551 oppure visitare il sito del Comune. L’informazione relativa a cosa e come raccoglierli è veicolata attraverso il sito www.cidiuservizi.to.it dove sono segnalati anche giorni e orari di apertura degli ecocentri, ma anche grazie ai volantini divulgativi messi a disposizione delle amministrazioni comunali.

Per tutelare la sicurezza dei lavoratori vengono realizzati incontri formativi per istruire gli operatori dei centri di raccolta mirati a definire un codice di comportamento a fronte di situazioni che potrebbero portarli a contatto col mercurio. Cidiu Servizi opera su un territorio di 341 kmq al servizio di circa 260.000 abitanti che risiedono nei 17 Comuni che detengono la totalità del suo capitale; dieci anni fa cominciò la propria attività con l’attuale configurazione a seguito della cessione del ramo d’azienda da parte di Cidiu spa.

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore