/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 24 dicembre 2018, 16:32

Grugliasco, i Comuni dello Sbam cercano fondi per la circolazione dei libri

Il bando scade il 21 gennaio ed è rivolto a banche, assicurazioni, imprese e grande distribuzione. “E’ un’opportunità per sostenere servizi e progetti di utilità pubblica”

Grugliasco, i Comuni dello Sbam cercano fondi per la circolazione dei libri

Grugliasco è tra gli oltre 70 Comuni aderenti allo Sbam (Sistema bibliotecario area metropolitana) che cercano sponsor per raccogliere fondi a sostegno della circolazione dei libri: il bando è scaricabile dal sito del Comune, scade il 21 gennaio ed è rivolto a tre macrocategorie di privati: grande distribuzione, banche e assicurazioni, imprese e ditte commerciali. E’ possibile aderire anche in forma associata proponendo un finanziamento di almeno 8.000 euro; il bando di sponsorizzazione è del Comune di Beinasco, ma è rivolto anche agli altri poli d’area dello Sbam, vale a dire Moncalieri, Settimo, Chieri, Collegno e Chivasso.

Il 70% dei fondi raccolti andranno a sostegno del servizio di circolazione libraria e per il 30% all’acquisto di e-book, audiolibri e risorse multimediali per tutte le biblioteche del sistema. I tre vincitori del bando, uno per categoria, beneficeranno di un ritorno di visibilità oltreché della possibilità di raggiungere nuovi target di consumatori; in più sono previsti alcuni benefit: la promozione dei loro loghi nelle 63 biblioteche con roll up e bacheche, la diffusione di materiale informativo sulle iniziative future e sui furgoni utilizzati nell’area metropolitana per la circolazione dei libri. Verrà altresì garantita visibilità sul sito dello Sbam che conta 25.000 accessi al mese e 305.000 l’anno.

Il servizio permette ad ogni utente di prendere gratuitamente in prestito libri, dvd e documenti da tutte le biblioteche dello Sbam, scegliendo dove ritirarli in pochi giorni. Il territorio ha un bacino d’utenza di circa 800.000 abitanti e quotidianamente i furgoni consegnano e ritirano percorrendo 1000 chilometri alla settimana, gli iscritti al sistema sono oltre 275.000; l’anno scorso i prestiti sono stati quasi 1 milione di cui circa 100.000 grazie al servizio di circolazione libraria.

Non solo libri ma anche innovazione: da due anni le biblioteche dello Sbam mettono a disposizione un servizio d’accesso a risorse e prestito digitale che permette ad ogni utente di leggere e scaricare e-book direttamente e gratuitamente dai propri device personali, di leggere i 6.600 quotidiani e periodici nazionali ed internazionali, di ascoltare i circa 200 audiolibri in streaming sempre disponibili, di consultare banche dati ed enciclopedie, di seguire lezioni in modalità e-learning, di scaricare musica, app, immagini e mappe per un totale di quasi 700.000.

I sindaci e gli assessori alla Cultura del sistema Sbam puntano sul successo del bando che consentirà di liberare risorse pubbliche per destinarle a nuovi servizi e attività. “Questo bando è una nuova opportunità – spiegano gli amministratori pubblici della rete Sbam – per sostenere economicamente servizi e progetti di utilità pubblica attraverso il coinvolgimento di sponsor che ne possano diventare partner; si tratta di un supporto alle biblioteche del territorio che ci darà modo d’investire sul sistema in modo innovativo offrendo ai cittadini più scelta e rafforzando un modello che guarda alle biblioteche come luoghi di aggregazione sociale e culturale”.

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium