/ 24ovest.it

Che tempo fa

Cerca nel web

24ovest.it | lunedì 03 dicembre 2018, 16:00

Venaria, Forza Italia: “Sull’ospedale faremo da sentinelle”

La struttura sarà completata a inizio 2019, ma mancano i mezzi pubblici. E sul Tav, l’on. Ruffino: “I sindaci siano garanti dell’ordine pubblico alla manifestazione dell’8 dicembre”

Venaria, Forza Italia: “Sull’ospedale faremo da sentinelle”

“Saremo le sentinelle”. Così Rosario Galifi, coordinatore di Forza Italia Venaria, conclude l’incontro che si è tenuto stamattina in città, durante il quale il partito ha ribadito la propria posizione sul nascente ospedale di Venaria. Daniela Ruffino, già vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte e ora deputata di Forza Italia, ribadisce: “La Regione Piemonte e il Comune di Venaria non hanno dialogato”. E allo scopo aveva già presentato due interrogazioni all’assessore Saitta, in merito allo stato dei lavori e ai ritardi.

Forza Italia lamenta la mancanza del parcheggio, così come di collegamenti viari adeguati (la strada attuale è giudicata troppo piccola), ma soprattutto dei mezzi pubblici. “Il sindaco Falcone – dice Galifi – ci ha detto che i trasporti pubblici sono l’unica cosa che non ci sarà, quindi rischiamo di avere una struttura sanitare funzionante ma senza collegamenti”. E sul tema è intervenuto anche Paolo Ruzzola, sindaco di Buttigliera Alta e consigliere della Città metropolitana, che ha presentato un’interrogazione al consigliere delegato al trasporto pubblico, Dimitri De Vita. “Ho chiesto – spiega – cosa pensasse di fare per offrire alla struttura un trasporto pubblico. Nessuno se n’è preoccupato, ma l’ospedale dovrebbe servire circa 100.000 abitanti, quindi Venaria e dintorni”.

Ma la questione, per l’onorevole Ruffino, è più ampia. “Parliamo di mezzo ospedale – aggiunge – perché l’opera sarà completa con un secondo lotto. Abbiamo, poi, una lungodegenza da ampliare, mentre stiamo assistendo ad alcuni spostamenti: i laboratori analisi di Rivoli e Orbassano andranno al Mauriziano di Torino, la cui rete informatica non dialoga con la Asl To 3. Abbiamo chiesto di sospendere questa delibera”.

Rosario Galifi ha poi affrontato il tema Tav riservando un’altra frecciata all’attuale primo cittadino di Venaria. “Invece di andare in giro per manifestazioni No Tav – attacca – deve occuparsi della città”. E Forza Italia proporrà, a breve, anche una mozione sull’utilizzo “improprio” delle fasce tricolori delle amministrazioni comunali. “I sindaci – conclude Ruffino – siano garanti dell’ordine pubblico l’8 dicembre, perché Torino sarà paralizzata da una manifestazione che negli anni è sempre stata problematica. Noi oggi diciamo che la Tav si farà perché non ci può essere uno sperpero di denaro pubblico”.

Ma gli esponenti di Forza Italia promettono altre iniziative anche in futuro. Nel frattempo, stamattina, erano presenti anche l’ex assessore all’ambiente di Venaria, Mimmo Dellisanti (passato a Forza Italia l’anno scorso) e la consigliera comunale di opposizione Barbara Virga. Ed è passato anche Salvino Ippolito, altro consigliere d’opposizione.

Paolo Morelli

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore