/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | martedì 27 novembre 2018, 17:29

Grugliasco, Montà spegne l'allarme sull'ambulatorio pediatrico: "Solo false notizie da social". E torna la speranza per il Gerbido

In Consiglio si è discusso anche del Bando periferie. Mortellaro: "In mancanza di certezze da Roma, stanziamo 2 milioni di maggiori entrate per la riqualificazione della borgata". Ma i lavori slitteranno, mentre non sono arrivate altre lamentele sui richiedenti asilo della scuola Baracca

Grugliasco, Montà spegne l'allarme sull'ambulatorio pediatrico: "Solo false notizie da social". E torna la speranza per il Gerbido

Il consultorio pediatrico presso il Poliambulatorio di Grugliasco non chiuderà. Anzi, aumenterà la sua attività. Lo ha detto senza mezzi termini il sindaco di Grugliasco, Roberto Montà, intervenendo all'ultimo Consiglio comunale di Grugliasco. 
Una riunione che ha visto all'ordine del giorno il tema delicato della sanità (si è parlato anche del trasferimento di buona parte delle attività del laboratorio analisi presso il Mauriziano di Torino), ma anche quello dei conti pubblici, soprattutto in rapporto con il famigerato Bando Periferie su cui aleggiano tante voci e poche certezze. Mentre tra i tanti allarmi, sembra essersi quietato quello riguardante i tre richiedenti asilo presso la scuola Baracca.

Più in dettaglio, il Consiglio ha scaldato i motori affrontando l'interrogazione sull’allarme che si è diffuso in questi giorni sull’imminente chiusura del consultorio pediatrico in funzione presso il Poliambulatorio. Ma la replica del primo cittadino è stata secca: “I social li leggono tutti - ha scandito Montà - anche l’AslTo3, ed usarli per diffondere false notizie non fa bene alla democrazia della nostra città e al rispetto delle istituzioni, soprattutto dopo che a fine ottobre la Commissione consiliare ha discusso semmai il potenziamento dei servizi”. In una lettera di dieci giorni fa l’AslTo3 ha confermato che l’attività ambulatoriale non solo non è in fase di ridimensionamento, ma d’incremento.

Mentre il malumore non si è potuto sopprimere quando il discorso ha toccato il destino del laboratorio analisi di Rivoli. E' stato infatti approvato un ordine del giorno urgente presentato dal consigliere del Pd Gianni Sanfilippo che preme per scongiurare il concentramento sull’ospedale Mauriziano di milioni di esami sinora effettuati dal laboratorio analisi unificato Rivoli-Pinerolo, sul quale peraltro sono stati recentemente investiti 3 milioni di euro. “Non ci stiamo ad essere penalizzati – ha detto Sanfilippo – perché lo spostamento sarebbe sconveniente da ogni punto di vista”.

Per quanto riguarda invece le casse comunali e l'imminente verifica di bilancio di fine 2018, i riflettori sono rimasti puntati sul Bando Periferie. L'assessore al Bilancio Luca Mortellaro ha ribadito come "per far fronte allo slittamento temporale dell’incasso di 3 milioni di euro che dovrebbero giungere da Roma per il bando periferie, grazie a maggiori entrate non previste abbiamo deciso di stanziarne comunque 2 a nostre spese e destinarli alla riqualificazione di borgata Gerbido e ad interventi finalizzati al controllo attivo del territorio per garantirne la sicurezza”. “Siamo tuttora in una fase d’incertezza – ha commentato Montà – perché i soldi precedentemente bloccati sono stati sbloccati ma le convenzioni già sottoscritte non sono più valide e le condizioni sono peggiorative rispetto a prima. Il Gerbido è certamente la situazione più urgente da affrontare e per pagare i fornitori stiamo investendo gli avanzi di bilancio, ma ovviamente i tempi si allungano e i lavori non potranno prendere avvio in primavera come inizialmente previsto”.

Altro tema caldo, per Grugliasco, è quello legato alla presenza di richiedenti asilo. Il consigliere della Lega Nord Claudio Broglio ha presentato una mozione sulle tre persone che si trovano presso la scuola Baracca e il sindaco ha ricordato che “dall’incontro di metà ottobre coi genitori non sono più pervenute segnalazioni in merito, non c’è costo per il Comune perché l’accoglienza è prevista dallo Sprar del ministero dell’Interno che la finanzia e non sussistono pericoli né per i residenti né per i bambini che la frequentano”.

La discussione si è poi spostata sull’approvazione dell’intervento proposto dalla società Le Serre per la manutenzione straordinaria della tettoia metallica nell’ex ecocentro di corso Torino, rimandata in attesa di una risposta scritta. I due consiglieri di Grugliasco Democratica Carlo Proietti Claudio Cerruti hanno chiesto conto della destinazione dei fondi giunti al Comune e provenienti dagli avanzi di amministrazione del Cidiu che li ha distribuiti come dividendi ai soci, 43.000 euro nel 2015, 96.000 l’anno successivo, 120.000 nel 2017 e 192.000 quest’anno. “Il Cidiu – ha spiegato l’assessore Mortellaro – è una società partecipata in salute, il suo risultato di gestione positivo ci consente d’impiegare quei soldi nelle politiche ambientali, segnatamente saranno spesi per la manutenzione delle aree verdi”.
Il buono stato di salute delle casse comunali consentirà inoltre di estinguere anticipatamente i mutui accesi con la Cassa depositi e prestiti. 

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore