/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | mercoledì 07 novembre 2018, 09:55

Grugliasco, numeri da circo per il Piccolo teatro Perempruner: arriva "Flaque" dei Cie Defracto

Venerdì 9 e sabato 10 novembre, alle 21, arriva la proposta della compagnia francese che nel 2015 ha vinto il titolo come "miglior spettacolo di circo"

Grugliasco, numeri da circo per il Piccolo teatro Perempruner: arriva "Flaque" dei Cie Defracto

Il circo come genere artistico capace sempre di più di raccontare la contemporaneità a livello nazionale e internazionale, simbolo di un dinamismo culturale in continua evoluzione. Un’obiettivo su cui Fondazione Cirko Vertigo ha scommesso da sempre e che trova espressione anche quest’anno nella Stagione Teatrale 2018-2019 che propone, accanto a spettacoli di teatro, danza, musica e prosa, performance di circo contemporaneo e d’autore.

Come testimonia la presenza venerdì 9 e sabato 10 novembre alle ore 21 sul palcoscenico del Piccolo Teatro Perempruner di Grugliasco, recentemente affidato alla gestione della Fondazione, di una delle compagnie francesi più interessanti e innovative del panorama mondiale: Cie Defracto porta in scena Flaque, vincitore del titolo di “miglior spettacolo di circo” al Festival de rue de Valladolid 2015. Una pièce di giocoleria in cui vengono ribaltati e reinterpretati e canoni stilistici della disciplina e in cui i performer, anticonformisti e instancabili, interagiscono costantemente tanto con la partitura musicale quanto con l’intera scenografia, il cui arredo urbano, le prospettive e i lampioni diventano altrettanti strumenti da coinvolgere nella creazione artistica o ignorare. 

Flaque è uno spettacolo che punta a creare situazioni originali e a trasgredire il senso comune. La caduta, il numero di oggetti per giocolare sono codici ormai acquisiti dall’immaginario collettivo, con cui si può tuttavia giocare. Infatti, si può giocolare senza oggetti o senza presa, o anche non piegando mai le braccia. Si può creare una performance di circo contemporaneo con un solo oggetto e un solo lancio. Si possono avere 40 palline in scena e utilizzarne solo 3, sbagliare in pieno una coreografia e poi coreografare l’errore. Il lavoro sul corpo e la giocoleria sviluppato in Flaque si trova a metà strada tra i cartoon e la danza butô: corpi elastici, palline esplosive, recuperi inconcepibili e fantastiche impossibilità. I corpi cadono più delle palline e la sfida a riprenderle è la motivazione alla base di ogni movimento. La nozione di efficacia è capovolta. La linea più corta tra due punti non è una retta, il movimento più rapido per riprendere una palla non sta più nel tendere il braccio, ma impegna tutto il corpo.

rg

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore