/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | domenica 04 novembre 2018, 21:16

Venaria festeggia Sant'Uberto: nel 2019 la candidatura Unesco dell’Arte Musicale dei Suonatori di Tromba da Caccia [VIDEO]

Ieri e oggi le celebrazioni culminate con la messa all'interno della cappella della Reggia, dedicata al santo

Venaria festeggia Sant'Uberto: nel 2019 la candidatura Unesco dell’Arte Musicale dei Suonatori di Tromba da Caccia [VIDEO]

Fine settimana di celebrazioni e musica per Sant’Uberto, patrono dei cacciatori: a lui sono legate tradizioni e antichi rituali propri di Venaria.

La nascita stessa della città, oltreché il suo toponimo, si deve infatti alla pratica venatoria che si svolgeva in questo territorio fin dal XVII secolo.

I festeggiamenti del 3 e 4 novembre 2018 hanno visto il culmine nella Messa dedicata al Santo, celebrata nell’omonima Cappella della Reggia, con suggestivi accompagnamenti musicali.

L'iniziativa è stata avviata nel 1996 dall'Accademia di Sant'Uberto in accordo con le istituzioni della città di Venaria Reale che collaborano all'organizzazione dell'evento.

Il progetto è realizzato con il maggior sostegno della Compagnia di San Paolo e il sostegno della Fondazione CRT.

La candidatura Unesco dell’Arte Musicale dei Suonatori di Tromba da Caccia sarà depositata nel 2019, dopo cinque anni di lavoro. Si tratta di una candidatura multinazionale di Belgio, Francia, Italia e Lussemburgo.

L’Italia è rappresentata dal gruppo dell’Equipaggio della Regia Venaria dell’Accademia di Sant’Uberto (Piemonte) e dall’Accademia dei Suonatori di Corno da Caccia dell’Alto Adige.

La sede musicale dell’Accademia di Sant’Uberto nella corte delle carrozze della Reggia di Venaria sarà anche Scuola di Tromba da Caccia, per la trasmissione del sapere. Il progetto comprende in particolare i seguenti corni naturali (XVIII – XXI s.): la Trompe d’Orléans e Dauphine, il corno da caccia ora denominato corno barocco, il Parfocehorn ed il Plesshorn della tradizione mitteleuropea.

La presenza alla festa di sant’Uberto dei suonatori di tromba da caccia francesi della Fédération Internationale des Trompes de France (FITF) sottolinea il valore internazionale della candidatura Unesco in corso.

r.g.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore