/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 01 novembre 2018, 09:11

1 Novembre 1897: buon compleanno Vecchia Signora!

‘La Vittoria è del Forte che ha Fede’, e l’intero popolo bianconero ne ha fatto un grido di battaglia

1 Novembre 1897: buon compleanno Vecchia Signora!

Ti ho conosciuta da bambino, e mi hai fatto palpitare il cuore.
Crescendo, l’affetto e il mio Amore verso di te non sono mai venuti meno, accompagnando molte fasi della mia vita.
Ti ho sostenuta in ogni dove, in qualsiasi situazione, contro tutto e tutti. Sempre.
A volte ho sofferto e penato per te, nonostante tu mi abbia regalato tanti momenti felici, esaltandomi spesso all’inverosimile.
Hai cambiato più volte divisa, il tuo simbolo è mutato nel tempo, ma il dna lo si identifica dai tuoi colori, che mai sono venuti meno, da quel lontano novembre del 1897.
Si dice che gli opposti si attraggano e che il contrasto crei completamento.
La convergenza del bianco e del nero è un esempio di come due divergenze possano comunicare insieme più di quanto non possano fare singolarmente.
Nel Calcio più che mai. Bianco e Nero sono sinonimi di Juventus, che significa Torino e che all’estero identifica l’Italia.
Una parola che evoca la ‘Gioventù’, sebbene associ a sé l’appellativo di ‘Vecchia Signora’.
La sublimità degli opposti, anche a livello lessicale.
Oggi più che mai voglio essere al Tuo fianco.
A soffiare con te non solo su una nuova candelina, ma sull’impudicizia che fuoriesce dalla bocca di tanti.
Ricorda, cara vecchia mia, che sebbene odiata, bistrattata, derisa, infangata, accusata, non sarai Mai doma.
Hanno provato in ogni modo, ma non ci sono riusciti. Con ogni mezzo, ma senza alcun esito.
‘La Vittoria è del Forte che ha Fede’, e l’intero popolo bianconero ne ha fatto un grido di battaglia.
Nel primo stemma societario del 1905 vi è racchiusa una frase, in lingua latina, del teologo cristiano Paolo di Tarso: “Non coronabitur nisi qui legitime certaverit” (“Non riceve la corona se non chi ha combattuto secondo le regole”).
36 volte hai vinto combattendo con fierezza,  ricevendone l’alloro.
A poco importa se degli usurpatori te ne hanno sottratto qualcuno con l’inganno e la perfidia: rimarranno per sempre momenti belli e unici scolpiti nel più intimo nel mio Cuore.
Che nessuno toglierà mai. Fino alla fine.
Tanti Auguri cara Juve!
Per sempre al tuo fianco.

Beppe Franzo

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore