/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | sabato 20 ottobre 2018, 14:30

Grugliasco, dal 22 ottobre l’invio delle pratiche edilizie solo attraverso il portale Mude Piemonte

Negli ultimi anni le normative che regolano i permessi e le autorizzazioni per i lavori edili si sono accavallate più volte fino alla più recente riforma Madia

Grugliasco, dal 22 ottobre l’invio delle pratiche edilizie solo attraverso il portale Mude Piemonte

Nell’ambito dell’attività di dematerializzazione delle pratiche edilizie che Grugliasco sta portando avanti da alcuni anni, per inviare quelle relative ai permessi di costruzione dal 22 ottobre verrà utilizzata la piattaforma del portale Mude Piemonte come interfaccia esterna per inoltrarle.

Negli ultimi anni le normative che regolano i permessi e le autorizzazioni per i lavori edili si sono accavallate più volte fino alla più recente riforma Madia. Una vera e propria valanga di modifiche e semplificazioni hanno cambiato i connotati della disciplina autorizzatoria e sono il frutto dell’accordo tra Governo, Regioni ed Enti locali sull’adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione di segnalazioni, comunicazioni e istanze.

E sono obblighi imposti dal Codice dell’amministrazione digitale che all’articolo 2 recita: “Lo Stato, le Regioni e le autonomie locali assicurano la disponibilità, la gestione, l’accesso, la trasmissione, la conservazione e la fruibilità dell’informazione in modalità digitale e si organizzano ed agiscono a tale fine utilizzando con le modalità più appropriate e nel modo più adeguato al soddisfacimento degli interessi degli utenti le tecnologie dell’informazione e della comunicazione”.

Esigenze di carattere operativo impongono un’attivazione graduale del nuovo sistema, pertanto le contestuali comunicazioni concernenti l’attività edile quali sono la Cila (Comunicazione d’inizio lavori asseverata), la Scia (Segnalazione certificata d’inizio attività) e la Sca (Segnalazione certificata d’agibilità) potranno essere trasmesse allo Sportello unico per l’edilizia del Comune, ma solo attraverso il portale che quindi sostituisce l’attuale sistema d’invio tramite la posta certificata.

Massimo Bondì

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore