/ Scuola e formazione

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuola e formazione | lunedì 08 ottobre 2018, 14:57

La città di Collegno si prepara a dare il benvenuto all’Università

Tra una settimana 1500 studenti saranno accolti per l'inaugurazione dell'anno accademico alla Certosa Reale.

La città di Collegno si prepara a dare il benvenuto all’Università

E’ partito il countdown. Tutte le strade sembrano condurre all’università che sta per tornare in città portando con sé il corso di Scienze della Formazione Primaria. Collegno si sta preparando ad essere una città  universitaria aprendo le porte ai 1500 studenti che tra una settimana verranno accolti per inaugurazione dell’anno accademico e che saranno testimoni e promotori di una nuova rivoluzione culturale. Evoluzione e memoria si uniranno ancora una volta nel panorama collegnese in una localizzazione storica come la Certosa Reale, che ha indossato una nuova veste grazie alla cultura e all’arte e che, ora, ospiterà gli insegnanti di domani. Un percorso che, dopo tanta preparazione, sta per volgere al termine per iniziarne così uno più innovativo grazie all’entusiasmo degli studenti che animeranno la città.

Cultura è dunque la parola d’ordine per Collegno che, grazie al programma biennale di investimenti per i beni culturali e turismo, approvato dalla I Commissione del Consiglio Regionale, potrà destinare 200mila euro per il progetto “Certosa”. “Darà  la possibilità ai Comuni di migliorare nel complesso l’offerta culturale e turistica regionale - ha spiegato il sindaco di Collegno Francesco Casciano -. Dei 12 milioni di euro previsti, 200mila saranno destinati ad opere di intervento strutturali per il complessivo recupero della Certosa Reale. Per realizzare un punto di accoglienza all’ingresso della Certosa che consisterà  nella creazione di un ufficio informazioni che ripercorrerà la storia del sito e sarà di orientamento al turista nella sua scoperta”.

Il punto di accoglienza verrà situato nelle stanze dei padiglione vicino al portalo dello Juvarra, dove studenti, famiglie e visitatori potranno scoprire la storia della città. “E’ bello che accada proprio quest’anno, a 40 anni dalla legge Basaglia - ha commentato il consigliere regionale Andrea Appiano della commissione Sanità e politiche Sociali -. Che dire. Siamo contenti di aver valorizzato un bene importante del nostro territorio”.

Collegno apre dunque le sue porte ad una nuova ondata di innovazione e istruzione, partendo proprio dalle nuove generazioni. La città darà infatti il suo benvenuto all'università  lunedì 15 ottobre. Tra gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, verranno abbattuti nuovi muri con una ventata culturale. Dopo il ritrovo alle ora 10,30 al Parco della Rimembranza, alle ore 11, di fronte al portale Juvarra della Certosa Reale, interverranno il magnifico rettore dell’università di Torino Gianmaria Ajani, il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, il direttore generale dell’ASL TO3 Flavio Boraso e il sindaco di Collegno Francesco Casciano.

Diana Tassone

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore