/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | giovedì 08 febbraio 2018, 19:29

Prima Industrie festeggia quarant'anni di eccellenza con Padoan ospite d'onore

L'ad Carbonato: "E' la prima volta che un ministro visita la nostra sede". Entro l'anno partiranno i lavori di ampliamento dello stabilimento di via Pianezza

La zona industriale tra Collegno e Torino non sembrerebbe avere molto di allettante vista dal di fuori: qualche fabbricato, una parte del muro di cinta del vecchio manicomio, macchine che sfrecciano. Eppure è qui che il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha deciso di passare in visita, esattamente al civico 36 di via Pianezza. Qui la sede di Prima Industrie, leader internazionale nel settore delle macchine laser.

"E' la prima volta che un ministro visita la nostra sede - premette orgoglioso l'amministratore delegato, Gianfranco Carbonato, già presidente degli industriali del territorio - ed è l'occasione giusta quest'anno. Ci prepariamo a festeggiare i quarant'anni di lavoro e venti che siamo quotati in borsa. Con belle soddisfazioni: 1800 dipendenti, con un'età media sotto i quarant'anni. Otto stabilimenti nel mondo, 440 milioni di fatturato".

Il ministro Padoan parla poco e osserva molto. "E' raro per un economista vedere una somma reale di quello che si fa - dichiara, rivolgendosi ai dipendenti - ma voi siete un incoraggiamento per l'industria 4.0. Siete un orgoglio per il nostro paese". Ad ascoltare in sala una cinquantina di lavoratori di Prima Industrie. Presenti poi alcuni candidati del territorio per le prossime elezioni: Stefano Esposito, Umberto D'ottavio. E poi il sindaco Francesco Casciano, il vice Antonio Garruto, Davide Gariglio.

La visita prosegue poi per i tremila metri quadri dedicati all'esposizione dei macchinari laser: "Abbiamo creato proprio a Collegno il nostro show room più grande. Ne avevamo uno a Chicago, uno a Shangai ma ne mancava uno per i nostri clienti europei - spiega l'ad Carbonaro - abbiamo in previsione di allargare questo stabilimento per investire in un nuovo campo: l'addittive manifacturing, la tornitura di materiali con il laser. Un terreno dove siamo ancora in fase pre competitiva ma che sarà il nostro prossimo traguardo".

Federica Vivarelli

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore